Atalanta-Torino 2-1, le dichiarazioni dei protagonisti

Mihajlovic

Ecco le dichiarazioni nel post-partita di Atalanta-Torino, gara valida per la 3° giornata di Serie A Tim.

MIHAJLOVIC (ALL. TORINO): “Penso che l’espulsione sia giusta, mi sono arrabbiato per la disparità di giudizio nelle decisioni. Il quarto uomo dovrebbe aiutare l’arbitro invece di dire vai fuori. Sono arrabbiato per la sconfitta e potevamo fare meglio. Abbiamo fatto male il primo tempo, poi nel secondo potevamo fare meglio anche se il rigore mi sembra generoso ma ci può stare”.

GASPERINI (ALL. ATALANTA): “Sono punti importantissimi per noi contro una squadra forte in una gara equilibrata, alla fine sono tre punti meritati. Kessiè grande talento? E’ un giocatore forte, quanto sarà la sua crescita lo vedremo, ha un grande fiuto per il gol, ha grande possanza fisica ed è molto pericoloso in attacco. Bergamo? E’ una città vivibile, siamo legati ai risultati, spero di fare un gran lavoro e dare soddisfazione ad una soscietà in crescita e ai tifosi che hanno grande entusiasmo”, ha detto l’ex tecnico del Genoa”.

KESSIE’ (ATALANTA): “Paloschi voleva tirare il rigore ma è entrato dopo e non poteva essere caldo come lo ero io, quindi mi sono preso questa responsabilità. Certamente non mi aspettavo di giocare in questo ruolo, ma vedo che comunque gioco bene ed ho anche le occasioni per segnare, bene così: sono a disposizione del mister. Gasperini era arrabbiato con me per il fallo su Iago nel finale ed è stato espulso proprio perché ha esagerato mentre mi sgridava”.

IAGO FALQUE (TORINO): “E’ un grande peccato. Stava andando tutto bene, peccato aver subito l’immediato pareggio. Rispetto al Milan abbiamo giocato meno bene nel primo tempo, eravamo troppo molli. Nel secondo tempo abbiamo sistemato alcune cose e si è visto un buon Toro. Abbiamo commesso un errore nel subire il contropiede che ha portato al rigore: una squadra come il Toro non può permettersi di patire azioni così. Piano piano sto riprendendo la forma. Mi sono trovato molto bene già contro il Bologna, il mister mi sta dando fiducia e sono contento per questa prima rete: ma con i tre punti sarebbe stato bellissimo. Andiamo avanti, il campionato è lungo: abbiamo tutto il tempo per far divertire i nostri tifosi. Punizioni? Abbiamo ottimi battitori, come Ljajic e Bovo. Se poi toccherà a me sarò felice, ma l’importante è che la squadra faccia gol. Cosa ci è mancato? La capacità di tenere il risultato. Se lo avessimo mantenuto qualche minuto in più probabilmente avremmo portato a casa il match. Domenica contro l’Empoli vogliamo recuperare questa sconfitta e soprattutto evitare certi errori”.

Leave a Reply