#WeeklyReport – 10 al Cholo Simeone, 3 al Napoli che si accontenta

Diego Simeone

VOTO 10 a Diego “El Cholo” Simeone, condottiero straordinario di questa grande squadra chiamata Atletico Madrid. Lui è sempre stato in prima linea a tifare per la sua squadra, lui ha sempre tirato avanti i suoi uomini e sempre lui ha portato in alto la seconda squadra di Madrid (solo per trofei vinti) fino a giocarsi campionato e Champions League. Il Cholismo è qualcosa di incredibile che riesce a trascinare qualsiasi calciatore e qualsiasi tifoso alla vittoria finale. Noi tifiamo per il Cholo!
MAESTRO

VOTO 9 a Nico Rosberg. Infilando la terza vittoria consecutiva su tre Gran Premi stagionali, Rosberg si candida fortemente come uomo da battere durante l’attuale stagione di Formula Uno. Aldilà dei problemi che hanno compromesso la gara sia di Hamilton che delle due Ferrari, Rosberg si sta dimostrando il pilota più preciso e quello più attento, portandosi con se quella fortuna che indubbiamente aiuta gli audaci. Il pilota tedesco non è però imbattibile e lo dimostrano i bei risultati della Ferrari, nonostante gli svariati problemi, e la competitività di Hamilton durante le qualifiche e la gara in se. Siamo certi che questa sarà una stagione da ricordare per gli amanti della velocità!
IMPECCABILE

VOTO 8 al Tottenham, autore di uno strepitoso campionato. Detto della grandiosa stagione del Leicester e di Claudio Ranieri, gli Spurs stanno mantenendo comunque un rendimento altissimo, rispetto alle precedenti stagioni, dove al massimo potevano puntare al 4 posto. Pochettino ha ridato anima alla squadra, integrando alla perfezione giovani e veterani, che tanto veterani non sono. Il 4-0 contro lo Stoke City è la dimostrazione della forza di questa squadra che si avrà sicuramente calciatori molto più forti del Leicester, ma non certamente più forti di Chelsea, Man United, Man City o Arsenal.
GREAT JOB

VOTO 7 alla Ducati che, senza troppo scalpore, ha annunciato l’ingaggio del campione del mondo Jorge Lorenzo a partire dalla prossima stagione motociclistica. Pur essendo solo all’inizio della nuova corsa, Lorenzo e la Yamaha hanno sin da subito chiarito le proprie posizioni, prolungando da una parte il contratto a Valentino Rossi e non rinnovando il contratto per quanto riguarda il campione spagnolo. Tutto ciò ha consentito alla casa di Borgo Panigale di potersi fiondare su Lorenzo, strappandolo alle dirette avversarie. Ora ci sarà da decidere chi tra i due Andrea (Iannone, Dovizioso) dovrà abbandonare la rossa per lasciare spazio al neo arrivato Lorenzo.
ASTUTI

VOTO 6 a Cristian Brocchi per la vittoria all’esordio. E’ ancora presto per dirlo ma su di lui si parla già da tempo come un allenatore che farà strada e presentarsi alla società con i tre punti all’esordio può risultare assai favorevole. Brocchi però, per potersi conquistare la permanenza al Milan, dovrà ammaliare il presidente Berlusconi a suon di gol e bel “Giuoco”, come tanto piace al Cavaliere. L’utilizzo di Bonaventura da trequartista non ha tanto giovato allo spettacolo ma per certi versi ha reso la squadra più compatta, esaltando le doti di un ritrovato Balotelli, ma guai a venerarlo! Con Balotelli una parola di troppo può guastare quel poco di buono fatto vedere contro la Sampdoria.
CHI BEN COMINCIA…

VOTO 5 all’ingenua Ferrari. Terza gara e si ha sempre la sensazione di poter essere vicino alla Mercedes, ma, manca sempre quel qualcosa che può garantire il salto di qualità. Quel poco di zucchero che permetta a questa maledetta pillola di andar giù e di dar sfogo alle precedenti stagioni a secco di titoli. Prossima missione, rimanere intatte fino alla fine del traguardo e li si che ne vedremo delle belle!
ANCORA UN PO’ TROPPO ACERBA

VOTO 4 all’irriconoscibile Barcellona. Si sa loro sono marziani e si possono permettere di tutto, anche di perdere 3 partite consecutive e di restare comunque in vetta al campionato. Ma è proprio per questo che il loro vistoso calo psicofisico lascia ancor di più basiti. Quindi non sono marziani, ma anche loro hanno delle debolezze?
CADUTA LIBERA (?)

VOTO 3 al Napoli. Solo una squadra poteva perdere questo campionato, il Napoli. La differenza sta nell’atteggiamento di Sarri e di tutta la rosa, che si accontenta del secondo posto pensando già al futuro, mentre Allegri e tutta la Juve sanno che la vittoria va conquistata passo dopo passo e che se si vuole vincere bisogna concentrarsi allo stato attuale delle cose, senza lasciare niente al caso e senza rimuginare su cosa si sarebbe potuto fare di più. Inutile spendere delle parole sul silenzio stampa.
COSI’ NON VA

VOTO 2 al “giornalettismo” da Bar che si inventa fantomatiche liti per una partita a carte. Tutti sanno che tra Spalletti e Totti non corre buon sangue, ma c’è da dire che è del tutto normale visto che da una parte l’allenatore non punta molto sul capitano, mentre dall’altra lo stesso Totti vorrebbe giocare di più come tutti i calciatori ma ancor di più i capitani di una squadra.
FASTIDIOSI

VOTO 1 a Maurizio Zamparini che oltre a distruggere una società gloriosa come il Palermo, sputa fango e sentenze sul Verona accusandolo di aver lasciato giocare il Frosinone.
IMBARAZZANTE

Leave a Reply