31° giornata: Vincono Genoa e Chievo, solo pari per la Fiorentina. Tracollo Milan a Bergamo

Chievo- Atalanta

Grande spettacolo nella 31esima giornata di Serie A e anche tanti gol. Arrivano i 3 punti per il Genoa e il Chievo Verona. La Fiorentina viene fermata sull’1-1 in casa contro la Sampdoria. Disfatta del Milan che perde 2-1 contro l’Atalanta.

Fiorentina – Sampdroia 1-1 (25′ Ilicic, 41′ Alvarez)

Grande accoglienza da parte dei tifosi viola per l’ex tecnico Vincenzo Montella, il quale si è seduto commosso in panchina dopo aver ringraziato lo stadio. Parte bene la squadra di Sousa che ci prova con Marcos Alonso al 10′, ma il suo tiro finisce fuori di poco. Al 18′ risponde la Sampdoria con Quagliarella che sfiora l’eurogol in rovesciata. Al 25′ passa in vantaggio la Fiorentina con il solito Ilicic: uno due con Borja Valero, lo sloveno va via a Krsticic e batte Viviano. Al 41′ pareggia i conti la squadra di Montella: primo gol per Alvarez con la maglia dei blucerchiati, bravo ad approfittare di uno scontro tra Babacar e Correa e a piazzare il pallone con un tiro a giro. Al 56′ Ilicic sfiora la doppietta con una gran botta da fuori. Al 66′ ci prova Zarate con un tiro a giro deviato in corner da Viviano. Al 73′ arriva un’ingenuità incredibile di Correa: perde palla e poi trattiene Ilicic per la maglia: secondo giallo e conseguente espulsione. Al 77′ la Fiorentina sfiora il vantaggio ancora con Ilicic che colpisce la traversa dai 20 metri. Al 88′ è Quagliarella a colpire la traversa con un gran tiro da fuori, deviato sul legno da Tatarusanu. Al 94′ c’è ancora tempo per annullare (giustamente) un gol a Blaszczykowski in netto fuorigioco.

Genoa – Frosinone 4-0 (43′, 60′ e 76′ Suso, 72′ Rigoni)

La parita parte a ritmi bassi e la prima nota da segnalare è l’abbandono del campo da parte di Pandev a causa di un infortunio a soli 19′ minuti dall’inizio. La prima azione pericolosa arriva al 35′ con Dionisi che dopo una lunga cavalcata calcia poco al lato di Perin. Al 43′ passa in vantaggio il Genoa: Suso porta palla da metà campo, arriva sulla trequarti e lascia partire un tiro imprendibile per Leali. Gran gol per l’ex Milan. Al 49′ e al 51′ l’estremo difensore dei Ciociari salva il risultato prima su Rigoni e poi si Matavz. Al 60′ arriva il raddoppio dei Grifoni sempre con Suso: riceve sulla destra e dal vertice dell’area fa partire una conclusione a giro che si infila sotto la traversa. Al 72′ ci pensa Rigoni a chiudere i conti: Dzemaili mette un pallone perfetto per il centrocampista che non sbaglia. Al 76′ Suso ancora non è soddisfatto: solita giocata per lo spagnolo che batte Leali con il mancino e firma la tripletta. Il Frosinone prova a segnare il gol della bandiera, ma niente da fare pr gli uomini di Stellone.

Chievo Verona – Palermo 3-1 (6′ Cacciatore, 28’Gilardino, 52’Rigoni, 74′ Birsa)

Chievo subito in vantaggio dopo 6′ con Cacciatore: Gobbi mette in area, Meggiorini prolunga di tacco per il difensore che da due passi batte Sorrentino. Al 28′ ci pensa Gilardino a riportare in parità la partita: Brugman pesca il campione del mondo che prima si vede respingere il tiro da Bizzarri e poi sulla ribattuta lo trafigge. Al 34′ Meggiorni sfiora il gol con un gol di testa che termina di poco a lato. Il vantaggio dei veneti arriva ad inizio ripresa con Rigoni: cross di Cacciatore, colpo di testa del mediano e 2-1 per il Chievo. Al 74′ Birsa chiude i conti con un sinistro chirurgico su calcio di punizone. Al 88′ ci prova Andelkovic ad accorciare le distanze ma il tentativo del centrale termina sopra la traversa.

Atalanta – Milan 2-1 (5′ rig. Luiz Adriano, 44′ Pinilla, 63′ Gomez)

Bastano 5′ ai rossoneri per andare in vantaggio: tocco di mano di Stendardo in area di rigore, va Luiz Adriano sul dischetto e non sbaglia. L’Atalanta prova subito a reagire con Gomez che manda a lato di un soffio. Al 44′ ci pensa il solito Pinilla a sistemare i conti e lo fa a modo suo: grandissima sforbiciata e pareggio dei bergamaschi. La squadra di Reja ci crede e al 63esimo passa in vantaggio: De Roon pesca Gomez in area e la conclusione dell’argentino è vincente. Al 75′ ci prova Balotelli direttamente da calcio di punizone, bravo Sportiello a mandare in corner. Un minuto dopo ci pensa Cigarini a salvare il risultato sulla linea di porta. Il Milan ci prova nel finale, ma è l’Atalanta a portare a casa i 3 punti.

Leave a Reply