Inter-Bologna 2-1, decidono Perisic e D’Ambrosio nella ripresa: report e pagelle

391B717853E10AC40190B7CF4E86B9C9

L’Inter porta a casa la quarta vittoria consecutiva a San Siro, non senza patemi, perché nel primo tempo il Bologna era riuscito ad imbrigliare abbastanza bene i nero azzurri di Mancini.

La cronaca:

Passano pochi minuti e la sfortuna si abbatte sui due centravanti: il primo ad uscire è Icardi, che su un allungo per cercare di raccogliere un cross si fa male al ginocchio destro, che gli rimane “sotto”, e dopo pochi minuti alza bandiera bianca anche Mattia Destro, toccato fortuitamente su un piede da Miranda: l’ex di Roma e Milan, oltre che Inter ma nelle giovanili, esce dopo essersi accasciato per ben due volte, al suo posto Floccari.

L’Inter dunque è costretta a ricominciare da Eder e dal nuovo entrato Kondogbia, con passaggio dal 4-4-2 al 4-2-3-1, con Brozovic sulla trequarti, Perisic e Ljajic ai lati. Dopo una ghiotta occasione di Donsah lanciato nello spazio da Giaccherini, ecco che l’Inter prende in mano il pallino del gioco e subito si propone con una girata di testa di Eder, bloccata da Mirante, ed una conclusione di Ljajic che si stampa sul palo esterno.

Ad inizio ripresa il Bologna sembra più reattivo, ma il primo quarto d’ora scorre abbastanza lentamente e senza troppi sussulti, fino a quando Donadoni non decide di togliere Mbaye e Mancini inserisce Palacio per un ormai spento Ljajic: di fatto la partita si accende con questi due cambi, perché nel giro di quattro minuti prima Perisic in beata solitudine, e probabilmente Mbaye avrebbe fatto comodo, centra la porta di Mirante, e poi D’Ambrosio al volo di destro, entrambe le azioni sugli sviluppi da calcio d’angolo, portano l’Inter sul doppio vantaggio.

Nel finale Kondogbia prova a riportare in partita i felsinei regalando a Rizzo un pallone che viene dirottato prontamente su Brienza, 37 anni tra una settimana, che l’ex capitano della Reggina devia da appena fuori area alla sinistra di Handanovic, con intervento involontario ma decisivo di Murillo, entrato a sostituire Eder.

Unica nota stonata l’ammonizione di Palacio che, diffidato, salterà la gara dell’Olimpico contro la Roma di sabato prossimo.

L’Inter mantiene dunque saldo il quarto posto, mentre Donadoni dovrà meditare sul cambio che di fatto ha dato una svolta, per lui in negativo, alla partita.

Le pagelle:

Inter (4-4-2): Handanovic 6; D’Ambrosio 6.5, Miranda 6.5, Juan Jesus 6, Nagatomo 6.5; Brozovic 6.5, Medel 6; Eder 6 (dal 89′ Murillo s.v.), Ljajic 6 (dal 72′ Palacio 6.5), Perisic 7, Icardi s.v. (dal 11′ Kondogbia 6)

Bologna (4-3-3): Mirante 6.5; Mbaye 6.5 (dal 58′ Zuniga 6), Gastaldello 6, Maietta 6.5, Masina 6.5; Donsah 6.5 (dal 77′ Brienza 6), Diawara 6, Taider 5.5; Rizzo 6, Destro s.v.(dal 17′ Floccari 5.5), Giaccherini 6

Leave a Reply