Sassuolo, Sansone e la sua fede calcistica: “Sono Milanista. L’Inter non vinceva mai”

maxresdefault

Nicola Sansone si sta prendendo un ruolo importante all’interno dello scacchiere tattico del Sassuolo, contribuendo a suon di gol e ottime prestazioni, alla favolosa stagione dei Neroverdi. Durante il suo passato, l’esterno a disposizione di Di Francesco, non ha mai nascosto di tifare il Milan, ma nel corso di una recente intervista al CorrieredelloSport, l’esterno ha raccontato di come è passato dai nerazzurri ai rossoneri e dei suoi idoli calcistici: “Io milanista dopo il 5 maggio 2002? Non fu proprio il 5 maggio, ma quando ho capito che l’Inter non vinceva mai ho cambiato. Anche perché amavo molto Kakà. Il mio modello è Ribéry, da quando mi allenavo col Bayern di Van Gaal. E come idolo dico Roberto Baggio. Di cui ho studiato anche le punizioni su youtube… I miei goal alle grandi? Le motivazioni sono maggiori. E ci sono anche più spazi, perché le grandi fanno più possesso palla. Ora mi mancano solo le due romane”. Anche la Juventus è finita nel conto dell’Ammazza Grandi di scuola Bayern e in vista della partita con i bianconeri, spera di rifilargli un altro gol: “Nel calcio tutto è possibile. L’imbattibilità di Buffon non è un problema in più per noi, quella con la Juve è una sfida molto stimolante per tutta la squadra, per vedere a che punto siamo. Quello segnato alla Juventus è stato il goal più speciale della mia carriera, non ho mai calciato così bene all’incrocio. E poi è stato decisivo, pesante”.

Leave a Reply