Sampdoria, Moisander: “Il calcio di Montella mi ricorda quello dell’Ajax”

Sampdoria - Sassuolo

Il difensore Niklas Moisander si è raccontato davanti alle telecamere di Samp Tv, parlando della sua storia personale e del suo rapporto con l’ambiente doriano: “Ho cominciato in Finlandia quando avevo 4-5 anni e miei genitori mi hanno introdotto al calcio. Erano grandi fan del calcio, mio padre era un allenatore e mia madre una calciatrice. Il calcio faceva già parte della nostra famiglia, e quando mi hanno portato al primo allenamento mi sono innamorato immediatamente di questo sport. Da lì il calcio è diventata la cosa più importante della mia vita e il mio sogno era quello di diventare un calciatore. Quando ero giovane ho cominciato a giocare nelle selezioni giovanili della Finlandia: è stato molto importante, il modo migliore per trasferirmi all’estero e giocare in competizioni maggiori. Poi ho avuto l’occasione di andare all’Ajax, un club grandissimo, in particolare è molto famoso per i giocatori giovani. Ero molto felice, avevo grandi aspettative. Ho iniziato nella Primavera dell’Ajax, sfortunatamente in tre anni non sono riuscito a esordire con la Prima Squadra. E’ stato un periodo che comunque mi è servito molto per crescere e imparare cose nuove. Quando è arrivato Montella, era abbastanza chiaro che volesse giocare un po’ come in Olanda, partendo da dietro. Questa è una delle cose che so fare meglio, penso mi abbia aiutato molto ma per me la cosa principale è la forma fisica. Mi piace veramente molto come ci alleniamo, mi piace come il mister vede il calcio e come vuole che giochiamo, questo mi ha aiutato molto. Penso che nella nostra difesa ci sia il giusto mix tra diversi tipi di difensori, giocatori di fisico e giocatori che sanno giocare con il pallone tra i piedi. Sono molto fiducioso per come stiamo giocando nelle ultime settimane, i risultati non sempre ci hanno dato ragione, abbiamo avuto anche della sfortuna. La difesa sta migliorando, sono contento ma dobbiamo ancora migliorare. Per il prosieguo della stagione, personalmente vorrei giocare le ultime partite ad alti livelli. Ora che mi sento fisicamente bene voglio mostrare a tutti il vero Moisander di cui si parla e mantenere alti livello fino al termine della stagione. Spero la stessa cosa anche per la squadra, penso che stiamo facendo molto bene, siamo stati un po’ sfortunati nelle ultime partite ma adesso abbiamo vinto e penso che possiamo costruirci sopra per finire bene questa stagione, sia a livello individuale che di squadra. Questa è la cosa più importante, finire in maniera soddisfacente

Leave a Reply