Chievo-Genoa, formazioni ufficiali e radiocronaca

Juventus-Chievo Verona serie A

Vincere per interrompere il periodo negativo e conquistare punti preziosi in ottica salvezza. E’ questo l’obiettivo del Chievo di Rolando Maran, che non vince davanti ai propri tifosi da oltre due mesi e che ha portato a casa una sola volta l’intera posta in palio nelle ultime sette partite. Al Bentegodi di Verona arriva una diretta concorrente, il Genoa: la squadra di Gian Piero Gasperini punta a dare continuità al successo maturato contro l’Udinese nello scorso turno di campionato. Partita decisiva per la salvezza? Forse. Questa l’idea del tecnico rossoblù: “I salti decisivi li fai solo nel momento in cui tu fai bene. Se non vinci le partite, gli altri possono fare quello che vogliono. Ora dobbiamo avere come obiettivo di trarre il massimo da ogni gara consapevoli del fatto che se vinci, come contro l’Udinese, sei fuori”.

STATISTICHE

Negli ultimi cinque precedenti in Serie A tra Chievo e Genoa si sono alternati una vittoria ligure e una veneta: la sfida più recente ha visto la vittoria rossoblu per 3-2 nel girone d’andata. Bilancio in parità nei precedenti di Serie A giocati al Bentogodi – tre vittorie a testa e un pareggio. Il Chievo ha perso quattro delle ultime sei partite di campionato: una vittoria e un pareggio. Tre pareggi nelle ultime quattro partite casalinghe per i veneti (una sconfitta), che in questo parziale hanno subito nove gol. Nell’ultima di campionato il Genoa è tornato a vincere dopo cinque gare senza successi (3N, 2P). Fuori casa il Genoa ha perso le ultime due partite, e in generale solo Sampdoria e Frosinone (nove) hanno perso più gare esterne rispetto al Grifone (otto) nella Serie A in corso. L’ultimo gol su azione di un giocatore del Chievo risale al 17 gennaio ed è stato firmato da Paloschi: da allora un gol su punizione indiretta, un’autorete e tre rigori. Il Genoa è la squadra che soffre di più gli ultimi 15 minuti del primo tempo: non ha ancora trovato gol nell’intervallo di riferimento e ha subito 10 reti in questo parziale (nessuna squadra di più). Da quando è in Serie A (2007/08) Albano Bizzarri ha parato solo tre calci di rigore su nove fronteggiati, due dei quali però in questo campionato tra gennaio e febbraio. Alessio Cerci ha trovato il gol in due partite di Serie A consecutive per la prima volta dal novembre 2013 – inoltre, la sua prima rete nel massimo campionato è arrivata proprio contro il Chievo nel 2010.

RADIOCRONACA

Leave a Reply