Udinese Milan 2 a 3, Balotelli finalmente trascinatore ed a segno, di Bonaventura e Zapata le altre reti, ma quanta sofferenza

Montolivo

Udinese Milan 2 a 3, Balotelli finalmente trascinatore ed a segno, di Bonaventura e Zapata le altre reti, ma quanta sofferenza 

Un Milan a due facce riesce a portare a casa altri 3 punti da una trasferta storicamente difficile, l’ultimo successo in terra friulana è datato 2012 con goal finale di El Sharaawy.

Primo tempo praticamente perfetto, con Balotelli in goal su punizione dopo appena 4 minuti: fallo di Iturra, punizione magistralmente eseguita e Karnezis battuto. L’Udinese tenta una timida reazione con un colpo di testa di Thereau, ma non basta: al 10′ il Milan si fa ancora sotto: lancio di Montolivo per Bonaventura, Badu sembra recuoperare, ma il giovane talento marchigiano lo supera in velocità e mette nel sacco il secondo goal.

I friulani sembrano in balia di loro stessi, non riescono a riorganizzarsi dopo il doppio ko, che diventa triplo quando al primo minuto di recupero Zapata, illustre ex di turno, incorna salendo altissimo.

Il secondo tempo si apre con una novità nella formazione udinese: fuori uno spento Piris, dentro il  cugino dui Zapata, Duvan. La risposta di Mihajlovic lascia molti di stucco: in panchina viene richiamato il giovane Calabria per Alex, che non gioca da molti mesi, con Zapata che passa a destra. Badu approfitta del fatto che la difesa rossonera non sia ancora a posto e batte una sorta di rigore in corsa,accorciando le distanze. Passano appena sette minuti e l’incubo milanista si materializza, con Thereau che si beve la difesa e passa a Zapata, quello bianconero, un pallone solo da spingere in rete.

Soltanto a questo punto Mihajlovic corre ancora ai ripari inserendo poli al posto di un ancora poco ispirato Honda e più avanti Luiz Adriano al posto di un ancora più opaco Bacca. L’ultimo quarto d’ora è una vera e propria battaglia, ed a farne le spese è Bruno Fernandes. che già ammonito protesta pesantemente per una punizione e viene espulso.

Il Milan porta a casa dunque questa vittoria, segnando tra l’altro i primi goal in trasferta, ma andando completamente nel pallone ad inizio del secondo tempo,complice anche il rimescolamento di carte da parte di Colantuono, al punto che non in pochi hanno avuto la sensazione che si stesse per ripetere la maledizione di Istambul di qualche anno fa. Molto bene invece finalmente il centrocampo di sostanza formato da De Jong, Montolivo e Bonaventura

Da capire anche i cambi di Mihajlovic: Calabria era ammonito, ma fino a quel momento era il più in forma della difesa, appena entrato Alex di fatto si è fatto cogliere in castagna, insieme a tutta la difesa, e per ben due volte in 7 minuti.

Su Balotelli c’è da dire che il ragazzo ha veramente trascinato la squadra fino al 90′, ma essendo anche lui già stato ammonito poteva essere sostituito, per evitare un’eventuale espulsione, anche visti i continui falli che è stato costretto a subire.

Donatella Swift

 

Leave a Reply