Juventus, Allegri: “Scudetto meritato, che squadra di carattere…ed ora sotto col Real”

RadioGoal24

E’ un Max Allegri raggiante, e come non esserlo, dopo aver conquistato il suo primo Scudetto con la Juventus (il secondo in Serie A dopo quello col Milan). Aveva chiesto concentrazione e 3 punti ai suoi e i bianconeri hanno risposto presente, Vidal gol e Marassi espugnato.

Per i bianconeri si tratta del 4° Scudetto in fila ma c’è una cosa diversa rispetto alle altre annate gloriose firmate Antonio Conte, questa non è ancora finita e la Juventus punta un clamoroso “Triplete” con l’imminente Semifinale di Champions League da giocarasi, alla pari, contro il Real Madrid e la Finale di Coppa Italia contro la Lazio. La Juventus di Allegri è parsa meno bella e più pragmatica rispetto a quella di Conte ma più efficace in vari aspetti del gioco segno anche di un maggior riposo mentale che l’allenatore livornese ha concesso ai suoi giocatori (mentre Conte voleva il massimo dai suoi giocatori anche da un punto di vista mentale, che alla lunga può essere stancante). Allegri ha capito subito come e in che modo immergersi nel contesto Juventus ed ha, con calma, inserito il proprio modo di vedere il calcio partendo da ciò che aveva fatto il suo predecessore. Un lavoro maniacale e perfetto che ha portato i suoi sul tetto d’Italia con 4 giornate d’anticipo ed ora viene il bello, con un finale di stagione che può regalare ai tifosi della Vecchia Signora emozioni che mancavano da anni.

Allegri ha rilasciato alcune dichiarazioni post Scudetto, ecco le sue parole: “È stata un’annata straordinaria, vincessimo anche la Coppa Italia sarebbe eccezionale. La Champions poi è un sogno, arrivare in semifinale non ci sono riusciti tutti. A luglio ho pensato che dovevamo rivincere lo scudetto e provare ad andare avanti in Champions. La festa? Abbiamo festeggiato tra di noi, martedì abbiamo una partita importante e avremo tempo per festeggiare insieme ai nostri tifosi. A Genova ci si aspettava una Juve distratta? Questa partita è la dimostrazione che questa è una squadra con grande carattere, non siamo venuti qui cercando di rosicchiare qualcosa alla Sampdoria portando a casa solo un punto. Abbiamo chiuso il campionato con una prestazione di grande eleganza. 7/11 titolari in campo? Nel calcio bisogna sempre fare il massimo, i ragazzi stanno bene quindi era giusto fare così”. Lo scudetto è ampiamente meritato, questo è un gruppo fantastico. Ringrazio i ragazzi perchè è principalmente merito loro ed adesso martedi avremo ancora maggior carica, ritroveremo i nostri tifosi…sarà una grandissima partita”.

Anche noi ci accodiamo al pensiero di Max Allegri, perchè mai come quest’anno la Juventus ha dominato e meritato di chiudere anzitempo il discorso campionato per concentrarsi sulla Champions. I suoi non hanno sbagliato un big match ed in Europa hanno mostrato tutta quella cattiveria agonistica che serve in palcoscenici di quel livello. E’ stata la stagione della consacrazione di Pogba, è stato l’anno di Carlitos Tevez, con l’ “Apache” che ha dominato ogni partita giocando con un’intensità pazzesca. E’ stato l’anno di Morata ma anche quello del solito Marchisio, per non dimenticare la “scoperta” Evra o del muro difensivo Bonucci, insomma è stato l’anno della Juventus ed allora: “Chapeua, Vecchia Signora!”

One Comment

  • certo natale scrive:

    ds marotta sono un tifoso juventino mi piacerebbe se verratti e messi giocerebbero nella Juventus nella stagione 2015 – 2016 in campionato di serie a e nelle competizioni di lega calcistiche dopo aver superato i problemi avuti maggiormente in passato nelle stagioni precedenti . quanto viene valutato Lionel messi per me 79 milioni cioe 3 milioni a stagioni mentre verratti 4 a stagione un abbraccio da sanpierniceto agli addetti di calcio mercato e un grosso saluto al presidente andrea agnelli che ha svolto un grande lavoro calcistico difficoltoso . baci e abbracci da sanpierniceto natale certo .

Leave a Reply