Napoli, l’ira di De Laurentis. E ora Benitez potrebbe rimanere…

Benitez risorge col suo Napoli contro la Fiorentina. ora testa al Wolfsburg

La sconfitta all’Olimpico contro la Roma, seppur immeritata, ha acuito la crisi del Napoli in campionato. La squadra di Benitez non vince ormai da cinque partite in Serie A (l’ultima in casa contro il Sassuolo) e ha perso le ultime quattro trasferte. Un andamento che preoccupa non poco tifosi e società, specie in vista dell’importantissimo finale di stagione, che vede comunque i partenopei ancora in lotta su tre fronti, a partire dal match di mercoledì sera al San Paolo contro la Lazio di Coppa Italia e dalla sfida con la Fiorentina del prossimo week end, sempre a Fuorigrotta, senza dimenticare il doppio confronto di Europa League con i tedeschi del Wolfsburg.

L’incertezza sul futuro di Benitez, l’astinenza dal gol di Callejon e Higuain, l’insofferenza difensiva perenne e la condizione fisica non eccellente sono tutti segnali di una squadra che ha bisogno di un importante cambio di rotta immediato se vuole raggiungere almeno un paio degli obiettivi di inizio stagione. De Laurentis ha perciò subito alzato la voce, visto che il Napoli al momento si trova a -8 dalla Lazio, che rappresenta l’ultimo posto utile per raggiungere la Champions League direttamente attraverso il campionato, e che mercoledì rischia di essere fuori anche in Coppa Italia, se proprio i biancocelesti dovessero confermare lo straripante momento di forma contro l’appannamento azzurro primaverile. Direttamente da Londra, dunque, il numero 1 della società ha fatto sentire il suo disappunto per la situazione e ha strigliato i suoi uomini importanti, a partire da Benitez, per finire con il Pipita.

Intanto proprio il tecnico spagnolo, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe incredibilmente aver cambiato idea e potrebbe rimanere anche il prossimo anno sulla panchina del Napoli. Fonti non confermate dalla dirigenza parlano infatti di richieste di mercato avanzate da Benitez per la prossima stagione, con il testa alle sue preferenze Arbeloa e Vertonghen e uno tra Camacho e Suarez. Il suo futuro, ormai si sa, si saprà solo dopo il 16 aprile, quando potrebbe però essere troppo tardi. Urge una scossa a tutto l’ambiente, che ovviamente i tifosi sperano che arrivi già mercoledì sera al San Paolo, quando potrebbe arrivare l’ennesima gioia degli ultimi anni in Coppa Italia.

Leave a Reply