Cagliari, Zola rinuncia allo stipendio

Zola

Quello che è successo oggi a Cagliari è un qualcosa di “poetico e romantico” pensando al calcio d’oggi. Gianfranco Zola, ex allenatore del Cagliari, esonerato qualche settimana fa per gli scarsi risultati conseguiti in panchina con la squadra sarda, ha rescisso il proprio contratto, rifiutando di fatto i soldi che avrebbe percepito fino alla fine del suo contratto.

D’altronde non si riceve un’onoreficenza come quella di Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico se non si ha un qualcosa di speciale, e Gianfranco in Inghilterra non a caso è stato soprannominato “The Magic Box”.

Il gesto di Zola rispecchia anche il pieno senso di appartenenza e di rispetto verso l’isola (la Sardegna) in cui è nato e cresciuto calcisticamente e dopo ha finito la sua immensa carriera da calciatore, incantando la Serie A a 39 anni e trascinando i rossoblù ad una insperata salvezza. Non sarà stato sicuramente facile per lui accettare il fatto di aver “fallito” su quella panchina che sembrava sua di diritto ma per l’ennesima volta si è dimostrato un Campione (con la C maiuscola) anche fuori dal campo.

Chapeau Gianfranco, The Magic Box

Leave a Reply