Lazio, contro la Juventus il piano tattico deve essere quello del derby

Mercoledì sera si assegnerà il secondo trofeo stagionale (dopo la Supercoppa vinta dal Milan a dicembre); in campo Lazio e Juventus, pronte a sfidarsi nell’ultimo atto della Coppa Italia. I biancocelesti arrivano a questa sfida dopo aver eliminato la Roma mentre i bianconeri hanno avuto la meglio sul Napoli.

.A questo appuntamento le due squadre arrivano con umori diversi: la Lazio con sicurezza, la Juventus con qualche dubbio. I ragazzi di Inzaghi, nonostante la sconfitta di Firenze, sono in un momento di forma strepitoso e vogliono completare la stagione alzando un trofeo. Gli uomini di Allegri, invece, hanno fallito il primo match point Scudetto contro la Roma e hanno tutta l’intenzione di rifarsi nella finale di Coppa Italia. La Juventus è sicuramente la favorita visto il maggior talento a disposizione e anche l’esperienza nel giocare determinate partite ma, in questo momento della stagione, la Lazio può sicuramente dire la sua in un match così importante.

Inzaghi

Simone Inzaghi, il valore aggiunto di questa Lazio

Cosa devono fare Immobile e compagni per avere la meglio della squadra che vuole fare il Triplete? In primis continuare col modulo usato nei match decisivi: quel 3-5-2 che ha regalato tante emozioni ai tifosi biancocelesti soprattutto nel derby con la Roma, ma anche perché giocando con questo sistema di gioco si ha una superiorità numerica in mezzo al campo; fondamentali saranno Milinkovic-Savic, con la sua capacità di attaccare lo spazio, e Keita che con la rapidità potrebbe essere una spina nel fianco della difesa bianconera.

629de9b8-5b2e-4e09-9b64-d7ce9747ebc8

Milinkovic-Savic, Lukaku e Keita Balde festeggiano dopo un goal.

Indipendentemente dai giocatori, però, la Lazio deve mettere tutto quello che ha in campo per sopperire alla disparità di talento: cuore, grinta e tanta intensità devono essere le caratteristiche dei biancocelesti per avere la meglio di una Juventus a cui bastano 15′ buoni per indirizzare la partita dalla loro parte. Dovranno essere 90′ (più gli eventuali 30′ dei supplementari) di fuoco, in cui il piano tattico deve essere quello adottato nel doppio confronto con la Roma in semifinale: grande attenzione difensiva, copertura perfetta del campo, raddoppi costanti, blocco delle loro fonti di gioco e ripartenze micidiali.

Fondamentale per la Lazio sarà passare in vantaggio perché, qualora riuscisse a portarsi avanti nel punteggio, sarebbe molto difficile per la Juventus scardinare una difesa che ha dimostrato di essere molto solida.

Per ricevere sul telefono tutte le news riguardo la Lazio, iscrivetevi al nostro canale telegram: telegram.me/LazioGoal24

Leave a Reply