Europa League, è duello tra Milan e Inter: il calendario favorevole ai rossoneri

Inter Milan

Inter e Milan si affronteranno il quindici aprile alle dodici e trenta (prima volta nella storia del derby di Milano). Partita fondamentale sia per determinare la superiorità cittadina, sia per le ambizioni europee delle due squadre: nerazzurri e rossoneri, infatti, hanno un solo grande obiettivo da qui a fine stagione: tornare in Europa e il derby rischia di essere un crocevia fondamentale da questo punto di vista. Se il campionato finisse oggi sarebbe l’Inter a staccare l’ultimo biglietto utile per la qualificazione alla prossima Europa League; sfortunatamente per i nerazzurri ci sono ancora otto gare da giocare ed il rischio di non disputare coppe il prossimo anno è abbastanza elevato per i ragazzi di Pioli che potrebbe vedersi sorpassare dai cugini del Milan. Da qui a fine stagione sarà un vero e proprio testa a testa in cui solo una delle due milanesi potrà festeggiare il ritorno in Europa. Inter o Milan, chi la favorità per il sesto posto? Bisogna considerare due fattori: lo stato di forma e il calendario che potrebbe avere un ruolo determinante.

Stato di forma: l’Inter è un passo avanti

Da quando è arrivato Pioli, l’Inter ha avuto un rendimento nettamente migliore rispetto alla gestione de Boer, fallimentare (non solo per colpa sua) sotto tutti i punti di vista. Con il tecnico ex Lazio i nerazzurri hanno messo in fila una serie di risultati che hanno fatto sperare nel terzo posto; purtroppo, però, quando si fanno le rincorse non si deve mai sbagliare e il solo punto nelle ultime due gare (contro Torino e Sampdoria) ha costretto l’Inter a dire addio ai sogni Champions. Se la coppa dalle grandi orecchie non è più raggiungiungibile lo stesso non si può dire per l’Europa League; i nerazzurri sono sesti e dovranno mantenere questa posizione se vorranno, il prossimo anno, tornare a giocare (magari in maniera più onorevole rispetto a quanto fatto in questa stagione) l’Europa.

Calendario, l’alleato perfetto del Milan

In questo rettilineo finale lungo otto partite ci si aggancia a qualsiasi cosa ed è quello che sta facendo il Milan; i rossoneri hanno trasformato la rabbia del pareggio con il Pescara in positività visto la sconfitta dell’Inter con la Samp. Ma quello che veramente fa sperare il Milan di poter agganciare il sesto posto (l’ultimo utile per l’Europa League) è il calendario: da qui a fine anno i ragazzi di Montella hanno impegni meno complicati rispetto ai nerazzurri e inoltre ci sta il derby che potrebbe tracciare una linea importante per l’Europa, palcoscenico in cui i rossoneri vogliono tornare dopo quattro anni di assenza.

 

Leave a Reply