Napoli-Juventus, geni a confronto: Insigne super, Dybala sottotono

10_dybala_insigne

A 4 giorni da Napoli-Juventus, continua la nostra analisi sui duelli dei vari giocatori in campo. Dopo la sfida in difesa tra Koulibaly e Bonucci, e quella in mediana tra Hamsik e Pjanic, il confronto di oggi metterà davanti i due calciatori di maggior qualità delle rispettive rose: Lorenzo Insigne Paulo Dybala.

InsigneIl talento napoletano sta vivendo una stagione da urlo come confermano i 12 goal e 7 assist nelle 28 presenze in campionato. Lorenzo il Magnifico sembra definitivamente scoppiato grazie anche al grande lavoro fatto su di lui da mister Maurizio Sarri. Dall’altra parte l’argentino della Juventus ha disputato sinora un’annata decisamente sottotono con 8 reti all’attivo e 5 passaggi vincenti per i compagni in 22 partite. La Joya sta pagando anche per colpa di qualche infortunio di troppo e, probabilmente, anche dal fatto che avere davanti un fenomeno come Gonzalo Higuain che spesso e volentieri lo “oscura” con le sue giocate. La media voto premia il bianconero (6,5 contro il 6,43 del calciatore del Napoli).

juventus-chievo-diretta-dybalaAnche il numero totale dei dribbling effettuati (47 a 32) è a vantaggio della Joya. La percentuale di precisione dei passaggi è uguale per entrambi (86%) anche se Insigne ha effettuato ben 1622 passaggi contro gli appena 779 di Dybala. Quest’ultimo commette più falli del collega/rivale azzurro (17 a 6) ma ne subisce più del doppio (40 a 15), grazie anche alla sua grande qualità nel difendere il pallone e di dare quegli strappi micidiali durante la partita. L’argentino ha calciato 48 volte, prendendo ben 23 volte lo specchio della porta, mentre Insigne addirittura 88 volte, indirizzando 40 palloni verso il portiere avversario. Una ammonizione a testa per entrambi, e il 100% di realizzazione dal dischetto (3 su 3 Dybala, 2 su 2 Insigne).

In conclusione Insigne sta giocando forse la miglior stagione in carriera sia dal punto di vista delle realizzazioni che da quello prettamente legato alle prestazioni individuali; dall’altra parte, invece, un Dybala ampiamente al di sotto delle sue potenzialità e che nei match cruciali del campionato non ha quasi mai inciso come potrebbe. Che possa essere questa la partita del riscatto della Joya?

Leave a Reply