ESCLUSIVA RG24 – Tramezzani: “Non mi manca il calcio italiano. Stasera vince l’Albania” (AUDIO)

calcio_de_biasi_tramezzani

Intervenuto questa mattina ai microfoni di GoalCafè su RadioGoal24Paolo Tramezzani, ex allenatore in seconda dell’Albania e attualmente tecnico del Lugano, ha lasciato le sue impressioni sulla Nazionale albanese e sulla gara di questa sera tra Italia e Albania. Altro argomento caldo la sua nuova esperienza al Lugano.

Prendere l’eredità di Zeman nel Lugano non è semplice, com’è stato l’impatto?

“Per me è un onore essere sulla panchina di una squadra come il lugano ed è un onore essere il successore di un maestro come Zeman, l’anno scorso sono anche venuto qui per studiare gli allenamenti del Lugano di Zeman”.

Quando vi siete accorti che l’Albania avrebbe potuto fare cosi bene?

“Già da 5 anni fa con le qualificazioni mondiali capimmo che potevamo crescere, avevamo molte alternative, molti giocatori convocabili e poi sicuramente con le qualificazioni agli europei ci siamo accorti della forza della squadra. È stato un cammino molto lineare, che ha fatto si che questa  squadra diventasse competitiva anche con un calcio importante ed ha disputato poi un ottimo europeo”.

Ci puoi parlare di Odise Roshi?

“Roshi è un profilo interessante che in Germania ha fatto molto bene, già a gennaio qualche squadra di Serie A lo ha cercato, ha fatto tanta gavetta ed ora sta facendo molto bene, è un giocatore completo, attacca sempre il campo in ampiezza ed è forte nell’uno contro uno”.

Che partita prevedi stasera tra Italia e Albania?

“Una partita aperta, l’Italia e l’Albania faranno di tutto per vincere, ma la formazione di De Biasi non molla mai, ci sono diversi giocatori che giocano in Serie A e questo credo sia un motivo in più per dare il cento per cento”.

Ti manca il calcio italiano?

“No, non mi manca, ho avuto le possibilità sia da giocatore che da allenatore di andare  fuori e ci sta una cultutra diversa, un modo diverso di dare giudizi ed opinioni, i risultati sono sempre determinanti. C’è sicuramente la voglia di conoscere di più un progetto, un allenatore anche a livello umano e questo permette poi di avere maggior fiducia e di lavorare meglio.  In Italia ancora facciamo fatica sotto questo punto di vista”.

Qual’è la differenza tra allenare una squadra di club e una nazionale?

“Cambia molto, ti manca la quotidianità con la nazionale ma al tempo stesso devi seguire tutti i ragazzi, devi dare un occhio ai giovani che possono essere convocabili, diventa un lavoro giornaliero ma è diverso, è una differenza notevole e molto grande”.

Nel 1993 hai subito il primo caso di prova televisiva nel calcio italiano, oggi sei favorevole alle nuove tecnologie nel mondo del pallone?

“Io credo che sia giusto cercare di migliorare alcune difficoltà, che arbitri pur bravi non riescono a valutare attentamente, ma non è assolutamente un mancanza di fiducia negli arbitri”.

Pronostico per stasera?

“Vince l’Albania!”

Ascolta “#GoalCafè – Paolo Tramezzani: “Non mi manca il calcio italiano. Stasera vince l’Albania”” su Spreaker.

Leave a Reply