Jordi Alba sbotta: “Voglio giocare di più”. Inter, Milan e Juve cosa aspettate?

jordi-alba-barcelona-1920x1080

“Sto lavorando sempre al massimo come ho sempre fatto ma non sto ricevendo il minutaggio che vorrei. Qui, con la Spagna, ho la piena fiducia del tecnico. Questo per me è lusinghiero e mi dà la fiducia che non ho a Barcellona. Luis Enrique non mi ha dato alcuna spiegazione, quindi non so perché non gioco ma non è la situazione ideale”.

Con queste dichiarazioni, Jordi Alba, direttamente dal ritiro della Spagna, si è lamentato pubblicamente del poco minutaggio che gli è stato concesso fin qui al Barcellona. Il terzino spagnolo ha giocato fino a questo momento da titolare solamente 14 volte in Liga e lo spazio che gli ha lasciato Luis Enrique non l’ha soddisfatto. A questo punto, se non dovesse arrivare un chiarimento con il tecnico dei blaugrana, il laterale sinistro probabilemente lascierà quest’estate la Spagna. Musica per le orecchie delle dirigenze di Juventus, Milan e Inter. Ma a chi serve di più un giocatore con le caratteristiche dello spagnolo? E chi ha più probabilità di acquistarlo?

pic_2015-03-22_OTRO_BARCELONA-MADRID_28.v1427545358

Se la Juventus decidesse di puntare forte sull’ex calciatore del Valencia, non ci sarebbe storia. La potenza economica e il fascino che accompagna in questo periodo la società bianconera è senza dubbio maggiore di quello dell’Inter o del Milan. Guardando la rosa della squadra di Allegri, l’unico terzino sinistro di ruolo è Alex Sandro e un innesto in quel reparto per la prossima stagione sembrerebbe indispensabile. Ma, a meno che il tecnico livornese non decidesse di adattare uno dei due nel ruolo di terzino destro, difficilmente i due giocatori (entrambi di altissimo livello) acconsentirebbero a spartire le partite stagionali con un altro calciatore.

Per quanto riguarda le due milanesi, un terzino come Jordi Alba servirebbe “come il pane”. Nell’Inter i vari Santon, Ansaldi e Nagatomo non hanno mai convinto, né tecnico né tifosi. La lacuna più grande della rosa di Pioli è probabilmente l’assenza di terzini all’altezza di una big. D’Ambrosio può giocare anche a sinistra, ma in quel caso lascierebbe un buco nelll’altra fascia, che non verrebbe certamente colmato da un adattato Murillo, spesso spaesato se spostato in quella posizione.

Soagna-Italia Confederations Cup

Nel Milan più o meno è la solita storia. Jordi Alba è sicuramente di un altro livello rispetto a giocatori come Vangioni o Antonelli, e anche di un Abate o un De Sciglio spostati sulla fascia mancina. Un giocatore come lo spagnolo porterebbe nel gioco rossonero una spinta maggiore e una solidità difensiva che è spesso mancata alla squadra di Montella nell’arco della stagione.

Leave a Reply