Inter e Juventus: alla scoperta di Mbappé, il gioiello del Monaco paragonato a Henry

Manchester City FC v AS Monaco - UEFA Champions League Round of 16: First Leg

Il calcio europeo ha scoperto una nuova stella: Kylian Mbappé. Il giocatore del Monaco sta vivendo una grandissima stagione in Francia, quella della sua probabile consacrazione. Sulla freccia francese c’è l’interesse di Juventus e Inter, oltre a quello di Real Madrid, Barcellona e Manchester City. Scopriamo perchè le big del calcio hanno messo gli occhi sul giovanissimo talento di origini camerunensi, dove in patria è già stato nominato come successore di Thierry Henry.

Carriera

CO5C-16WgAER8gf

Kylian nasce il 20 dicembre del 1998 a Bondy, in Francia. La passione per il calcio non tarda ad arrivare: suo padre è dirigente sportivo nella cittadina dove vivono e Mbappé ci giocherà fino al 2010, cioè fino a quando entrerà a far parte della INF Clairefontaine, la più importante accademia calcistica francese. Il talento non gli manca di certo e non tardano ad arrivare le prime offerte: l’attaccante, insieme alla sua famiglia, sceglierà infine di accettare le avance del Monaco, approdando nelle giovanili della squadra francese nel 2013, all’età di 15 anni.

Il debutto con i grandi arriverà il 2 dicembre del 2015, quando il ragazzo non ha ancora compiuto 17 anni. Il 20 febbraio dell’anno successivo arriverà invece la prima rete ufficiale in Ligue 1 e diventerà così il marcatore più giovane nella storia del Monaco, infrangendo il precedente record di Thierry Henry.

La scalata al successo è rapida e veloce, proprio come le sue gambe: l’11 febbraio di quest’anno di quest’anno siglierà la sua prima tripletta in campionato. Mentre per il primo gol in Champions League bisognerà aspetttare una notte speciale, quella dell’andata degli ottavi di finale contro il Manchester City, dove il francese firmerà il temporaneo 2-1 a favore del Monaco.

2029711-42589707-2560-1440

Caratteristiche tecniche

Non è veloce, è velocissimo. I giornalisti francesi usano spesso la parola “razzo” per dare un’idea della sua velocità. Gioca solitamente come punta centrale, ma può essere adoperato anche sulle fasce, possibilmente su quella sinistra, per andare meglio al tiro con il destro. Possiede buone doti atletiche e buona tecnica, oltre ad essere molto abile nei dribbling. Nel tutto, va considerato l’ampio margine di crescita del giocatore, considerata la sua giovanissima età. Per quanto riguarda il prezzo, difficilmente la società francese deciderà di venderlo per un’offerta minore ai 30-40 milioni di euro.

 

 

Leave a Reply