EuropaLeague – Roma, la conferenza stampa di Spalletti e Nainggolan (LIVE)

spalletti_nainggolan

Alla vigilia del match col Lione, valido per l’andata degli ottavi di finale di Europa LeagueLuciano Spalletti Radja Nainggolan interverranno in conferenza stampa, alle ore 17.45. Seguite le loro parole LIVE. Per aggiornare la diretta basta premere F5.

Comincia il tecnico toscano:

Che gara mi aspetto?

“Sarà una partita complicata perché il livello del campionato francese è salito negli ultimi anni. Facendo un paragone con l’ultimo scontro con l’OL quando era l’unica squadra forte della Ligue1. Oggi ci sono Monaco, Nizza, Lione e PSG. Adesso sono abituati a partite di livello, di alto livello sia sul piano del gioco che della tenuta fisica. Poi è chiaro che hanno delle qualità indiscutibili. Per noi sarà fondamentale non giocare a campo aperto per limitare la velocità di elementi come Lacazette. Stiamo parlando di un giocatore in grado di sfruttare nella sua totalità le sue peculiarità”.

Squadra logora a livello mentale per i tanti impegni?

“Al di la dell’aspetto fisico è la testa il fattore più importante. Se alla squadra dici che è stanca dai il bonus per perdere. La verità è che abbiamo affrontato due squadre fortissime contro le quali abbiamo sbagliato qualcosa ma rimanendo sempre in partita. Poi è chiaro che ci sono tante partite, ma ho fiducia nelle capacità extra dei miei calciatori. E’ solo questa la strada che possiamo perseguire. Non partecipo al disfattismo che c’è attorno a questa squadra. Ci siamo guadagnati questo palcoscenico e ce lo vogliamo riprendere. Sappiamo che ci sono delle problematicità da superare e lo faremo. Siamo una squadra che sa trovare soluzioni. Sono due sconfitte che fanno male ma sono due. Alla fine vedremo chi avrà ragione. Adesso andiamo avanti con la consapevolezza che è ancora tutto a portata di mano, seppur avendo perso il piccolo vantaggio che ci eravamo meritati. Sopporteremo anche le tensioni in più che inevitabilmente ci sono”.

L’obiettivo per la gara di domani?

“Dobbiamo ragionare sui 180′ ma fare bene nel primo match e fuori casa è un valore aggiunto. Proveremo a fare la partita anche domani, con equilibrio e con tutte le attenzioni del caso”.

La difesa a tre e com’è cambiato il mio calcio rispetto a 10 anni fa?

“La partita contro il Napoli si è giocata come tante altre, si sta a tre e si difende in quattro, perché dipende dagli altri per non regalare un uomo in fase difensiva, dove ti schiaccerebbero con più facilità. Ci sono delle scalature che ti permettono di avere una tranquillità, un uomo in più sulla linea difensiva ma non due-tre che ti ammucchiano e danno campo agli avversari. Se metto Bruno Peres come quinto a far attaccare il terzino avversario, è chiaro che Rüdiger fa il terzino per poter difendere bene sulle qualità degli avversari e non dare campo e superiorità numerica. Fa sempre la differenza il modo di attaccare degli avversari, che ti obbliga a fare delle scalature che compongono in modo equilibrato la fase difensiva. Come sono rispetto al passato? Peggiorato in tutto, vedo ombre in tutto. Non mi si può star vicino. Secondo me è giusto il messaggio che avete mandato al presidente quando sono arrivato: ‘Sono pericoloso’. E’ la sintesi giusta di come sono fatto. Poi ci si fa le maglie. Però son peggiorato in tutto”.

Se ho chiesto informazione a Grenier sul Lione?

“No”.

Queste, invece, le parole del centrocampista belga:

Le critiche?

“Sono normali, ma abbiamo perso due gare. In Coppa Italia possiamo ribaltarla e in campionato siamo ancora nella posizione che avevamo prima della gara col Napoli. Siamo ancora in corsa su tutto. Le sconfitte fanno male e adesso sta a noi dimostrare che possiamo fare meglio”.

Se sono pronto a giocare sempre in quanto leader della Roma?

“Penso che noi giocatori siamo pagati per lavorare giornalmente per le gare che ci sono da affrontare. Anche se ci sono più competizioni. Io sono così, voglio giocare tutte le partite, anche se in alcune puoi rendere meno. A volte per colpe nostre o per meriti dell’avversario”.

Roma casa mia anche il prossimo anno?

“A metà campionato faccio fatica a parlare di mercato. Io penso a fare bene in campo poi ne parleremo più avanti. A Roma sto bene, sono felice di giocare qua”.

TERMINA QUI LA CONFERENZA.

Per ricevere sul telefono tutte le news riguardo la Roma, iscrivetevi al nostro canale telegram: telegram.me/RomaGoal24

 

Leave a Reply