#ApprofondimentoRG24 – Inter, hai speso tanto e bene: ora tocca a de Boer!

FC Internazionale Training Session

In questo nuovo approfondimento RadioGoal24 andrà ad osservare con la lente di ingrandimento questo inizio di stagione dell’Inter e del suo nuovo tecnico, l’olandese Frank de Boer. Dopo 7 giornate di campionato e 2 di Europa League la squadra nerazzura ha alternato prestazioni di grande livello, basti pensare alla rimonta tra le mura del Meazza contro la Juventus, a pessime apparizioni come quelle in EL con Hapoel Beer Sheva e Sparta Praga.

FBL-ITA-SERIEA-INTER-PALERMO

Joao Mario è stato il colpo più costoso dell’Inter

Andiamo ora ad analizzare le caratteristiche della rosa: è formata da 29 giocatori di cui 22 sono stranieri (quasi il 76%) e l’età media della squadra è di 27,3 anni. La squadra è una combinazione di giocatori di esperienza come Miranda e Banega e giovani pronti ad esplodere come Joao Màrio e Gabriel Barbosa detto Gabigol, arrivati entrambi nel mercato estivo dopo trattative lunghe ed economicamente dispendiose.

L’Inter è stato l’ultimo club italiano a trionfare nelle competizioni Europee vincendo nel 2009/10 la Champions League e completando un’annata strepitosa con lo storico Triplete, all’epoca la squadra guidata da Josè Mourinho oggi al Manchester United, riuscì a battere in finale il Bayern Monaco con una splendida doppietta del Principe Diego Milito. Nel complesso l’Inter può esporre nella sua bacheca ben 18 Scudetti, 7 Coppe Italia, 3 Champions League e altrettante Coppa Uefa.

inter-campionato

L’Inter è attualmente settima in Serie A

Passiamo ora ad analizzare il cammino dei nerazzurri in questo inizio di stagione: dopo 7 partite di campionato si trova in 9 posizione con 11 punti, al pari di Genoa e Torino, distante però 7 punti dalla capolista Juventus; collezionando 3 vittorie 2 pareggi e 2 sconfitte con 9 gol fatti e 8 subiti. Le vittorie conquistate contro Pescara, Juventus e Empoli in successione hanno evidenziato che la squadra è valida e che può lottare per le prime posizioni, non si deve però abbassare la concentrazione altrimenti si rischia di perdere il contatto con le formazioni che competono per il titolo. Le sconfitte contro Chievo, all’esordio in campionato, e Roma nell’ultima apparizione sono state molto deludenti seppur contro la squadra capitolina è stato espresso un bel gioco cui è mancato solamente il risultato. I pareggi invece sono arrivati contro Palermo e Bologna entrambi al Meazza per 1-1.

inter-beer

L’Inter ha iniziato con due sconfitte in Europa

In Europa League la formazione del tecnico olandese non ha per niente convinto, dove non ha ancora conquistato punti dopo le due partite contro H.Beer Sheva e Sparta Praga. Nella prima apparizione stagionale la squadrea milanese è stata battuta per 0-2 in casa con una prestazione veramente incolore, sopratutto nel secondo tempo, e con un tridente offensivo che ha fatto molto discutere tifosi e media composto da Eder, Palacio e Biabiany. Contro lo Sparta Praga i nerazzuri collezionano un’altra figuraccia con una compagine sulla carta all’altezza, il risultato di 3-1 per i padroni di casa non risparmia le critiche al tecnico, reo di non aver trasmesso alla squadra la fame di vittoria e di non aver mantenuto alta la concentrazione dopo gli ottimi risultati in campionato. L‘Inter si trova così in ultima posizione nel Gruppo J dove al comando troviamo Southampton e Beer Sheva con 4 punti, seguiti dallo Sparta a 3.

icardi

Icardi è il capocannoniere nerazzurro

La squadra è stata costruita per tornare già da quest’anno in Champions League; la nuova proprietà cinese guidata dal gruppo Suning del magnate Zhang Jindong ha speso molto in questo mercato per consegnare a de Boer una squadra competitiva e all’altezza di Napoli e Juve che hanno combattuto per lo scudetto nella scorsa stagione. Il miglior marcatore della rosa e della SerieA è Mauro Icardi con ben 6 reti al pari di Carlos Bacca e del connazionale Gonzalo Higuain; a completare il reparto offensivo ci sono giocatori del calibro di Perisìc, Banega e Candreva arrivati in estate. A centrocampo il giocatore più importante è sicuramente Joao Màrio, arrivato in estate dallo Sporting Lisbona, che ha dato seguito alle ottime prestazioni che lo hanno portato a vincere l’Europeo con il suo Portogallo. La difesa è rimasta pressochè invariata, l’unico volto nuovo è Ansaldi sulla fascia che ha avuto però problemi fisici in questo inizio di stagione; mentre in porta c’è sempre il solito Samir Handanovic, in rosa dal 2012.

FBL-ITA-SERIEA-CHIEVO-INTER

de Boer è alla prima stagione in Italia

Come detto in precedenza la società si è mossa molto sul mercato aquistando giocatori che hanno innalzato molto il livello della rosa rispetto alla passata stagione: in difesa sono arrivati Ansaldi dal Genoa e Ranocchia è ritornato dopo l’esperienza in prestito alla Sampdoria; il centrocampo è stato il reparto maggiormente rivoluzionato con gli arrivi di Banega dal Siviglia a parametro zero, Joao Mario per ben 40 mln di euro, Candreva dalla Lazio per 25 mln; mentre in attacco è arrivato il giovane classe ’96 Gabriel Barbosa dal Santos per 30 mln dopo una estenuante trattativa che è andata avanti per tutta l’estate.

Chiudiamo il nostro approfondimento parlando del nuovo allenatore Frank de Boer che ha sostituito Roberto Mancini a poche settimane dall’inizo del campionato, la scelta di cambiare tardivamente l’allenatore non è piaciuta molto ai tifosi e non ha permesso al tecnico olandese di preparare al meglio la squadra secondo i suoi dettami tattici. Detto questo de Boer si sta lentamente adattando al campionato italiano, dando alla squadra la sua impronta impostata sul classico dogma del calcio totale olandese. Vedremo se riuscirà a raggiungere gli obiettivi fissati dalla società e a riportare nell’Europa che conta un’Inter che è assente da ormai troppo tempo.

 

 

Leave a Reply