#ApprofondimentoRG24 – Insigne o Mertens? Il duello ‘spacca Napoli’

181553315-d4626add-fd1f-48c7-ae4d-584d7dd5ee72

Da quando Dries Mertens è arrivato al Napoli, ossia dalla stagione 2013/2014, il belga ha sempre dovuto fare i conti con il suo alter ego italiano: Lorenzo Insigne. Il dualismo fra i 2 è cominciato fin da subito, giocando nella stessa posizione di campo, e l’alternarsi a vicenda è stato spasmodico e incessante.

mertens

Dries Mertens esulta dopo uno dei due goal realizzati in Champions League contro il Benfica!

Nella scorsa stagione il napoletano era il ‘titolare’, con il folletto belga pronto a subentrare nella ripresa, riuscendo sempre ad incidere nel match grazie alla sua tecnica e velocità. Anche questa stagione era iniziata in questo modo, almeno fino al 2° tempo del match col Pescara (1° di campionato), quando Mertens, subentrato allo stesso Insigne con la squadra sotto 2-0, riusciva a firmare una straordinaria doppietta tra il 60′ e il 63′ che permetteva alla squadra di Sarri di evitare il ko al debutto.

insigne

Lorenzo Insigne in azione con la maglia del Napoli!

Nonostante questo il tecnico del Napoli limita l’impiego del belga nelle successive 6 partite; infatti Mertens parte titolare solo 2 volte, subentrando per 3 volte a partita in corso e non giocando nemmeno un minuto contro il Bologna. La gestione di Sarri sembrerebbe quasi aver spento il talento del n°14 che, dopo la grande prestazione al debutto, ha collezionato solo 195′ rifornendo 2 assist vincenti ai compagni ma senza trovare la via della rete. Al contempo, però, neanche il rendimento di Insigne, sempre presente in campionato, è salito più di tanto perché, pur fornendo 3 assist vincenti ai compagni, Lorenzo il Magnifico non ha ancora trovato il goal ne in Serie A, ne tantomeno in Champions League, nonostante i 466′ totali giocati in stagione. In Europa è infatti ancora il belga a prevalere grazie ai 2 goal, entrambi al Benfica, e un assist in 2 presenze, per un totale di 155′ in campo, contro gli appena 38′ dell’italiano.

screenshot_1

Le statistiche stagionali a confronto di Mertens e Insigne in Serie A!

Andando ad analizzare in maniera più approfondita la tabella qui accanto (con il paragone dei dati in Serie A dei due in questa stagione), possiamo notare come Mertens calci molto meno di Insigne, 6 tiri contro i 16 dell’italiano, ma sia molto più preciso indirizzandone ben 5 verso lo specchio della porta con l’83% di precisione, mentre il suo compagno sempre 5 volte ma con una percentuale molto bassa, il 31%. Se poi pensiamo che il belga ha segnato 2 goal capiamo quanto sia incisivo una volta che ha la possibilità di ‘armare’ il suo destro per calciare verso la porta avversaria. L’italiano supera il fiammingo nel numero di passaggi effettuati, 306 a 89, e nella precisione di essi, 89% contro il 65%, frutto anche del maggior impiego del primo. Per quanto riguarda i contrasti Mertens ne ha effettuati 2, vincendoli entrambi e dunque con il 100% di precisione, mentre Insigne ne ha vinti 4 su 5, con l’80%. I minuti sono decisamente a favore dell’italiano, 428 contro 248, con il belga che ha messo a segno 2 reti contro le 0 dell’italiano, beccandosi però 2 ammonizioni.

Da questo confronto possiamo evincere come il belga sia decisamente più incisivo del talento napoletano, soprattutto se andiamo a vedere i dati comparati con le prime 7 partite in campionato nella scorsa stagione con Mertens che, a questo punto della stagione, aveva collezionato 5 presenze, di cui 3 da titolare, senza mettere a segno reti o fornendo assist mentre Insigne aveva giocato tutte le gare,  di cui 6 da titolare, realizzando 5 reti e smazzando 3 assist vincenti ai compagni.

Leave a Reply