Fiorentina, missione in Portogallo per riportare a Firenze Rui Costa

Funeral ceremony of Portuguese soccer legend Eusebio

Chissà in quanti, fiorentini e milanisti, vorrebbero rivedere le gesta del portoghese con la maglia numero 10 sulle spalle. Per ora è impossibile a meno che non si riesca a far scomparire l’età e ritornare allo splendore degli anni. Manuel Rui Costa però, da quando ha appeso gli scarpini al chiodo, si è distinto anche fuori dal campo come direttore sportivo del Benfica, mettendo a segno dei grandi colpi di mercato e andando a scovare talenti molto preziosi come il neo centrocampista del Bayern Monaco, Renato Sanches, classe 1997 e venduto ai bavaresi per 35 milioni di euro. Un operazione non da poco considerando l’età del calciatore. Come riportato da TuttoSport, il ritorno di Pantaleo Corvino nella dirigenza del club Viola dovrebbe portare di conseguenza alcune novità, uno su tutti il nuovo DS e la scelta numero 1 ricade proprio su Rui Costa, visto il passato del calciatore a Firenze e visto l’ottimo rendimento nelle file delle aquile portoghesi. Dato il prestigioso ruolo ricoperto dall’ex centrocampista del Milan nel Benfica, un ritorno immediato pare improbabile e dunque in lizza per il ruolo di Direttore sportivo restano Sartori, Osti e Jorgensen, altra vecchia gloria del calcio fiorentino, che andrebbe a ricoprire un ruolo simile a quello di Nedved nella Juventus.

Leave a Reply