#ESCLUSIVA – Enrico Chiesa: “Fiorentina in calo ma bisogna ripartire da Kalinic e Bernardeschi”

Lazio Vs Sampdoria - Campionato Primavera 2014-2015 Play Off

Durante la nostra trasmissione radiofonica #SpazioViola abbiamo intervistato in esclusiva Enrico Chiesa, vero trascinatore della Fiorentina della fine degli anni ’90, per parlare della condizione in netto calo dei viola di Paulo Sousa.

La Fiorentina ha avuto un brutto calo ultimamente ma, tatticamente piace ancora?

Nella prima parte del campionato, insieme al Napoli, ha mostrato il calcio più bello d’Italia, poi c’è stato un calo e capire perché c’è stato solo i calciatori possono saperlo: può essere fisico o mentale. E’ stato un periodo difficile ma bisogna ripartire da quella parte di campionato in cui i viola hanno giocato bene“.

In Italia il gioco di Sousa può vincere?

La questione non è vincere o no; Sousa ha portato qualcosa di diverso in cui la squadra può giocare diversi moduli. Sono i giocatori vincenti, non i moduli. Il calcio italiano va avanti e quindi molte squadre prendono le adeguate contromisure. La viola può migliorare ed avere parecchie alternative. Sousa ha portato un modo di giocare diverso, spostando gli equilibri delle partite e, soprattutto, i moduli“.

Parlando di giocatori, la Fiorentina dove deve migliorarsi?

Finito il campionato inizierà il mercato. Tutto dipende da Sousa e dalle offerte che i giocatori della viola riceveranno. Se nelle casse dei Della Valle arriveranno molti soldi dalle cessioni si potrà fare un mercato importante“.

Kalinic è una certezza o un’incognita per il futuro?

Secondo me è una certezza, ma se gli viene fatta un’offerta importante, tipo 30-40 milioni, partirà. Bisogna capire quale è il vero Nikola Kalinic, se quello della prima parte di campionato in cui segnava sempre, o quello della seconda parte in cui ha giocato spesso e volentieri male. Deve migliorare sotto porta ed essere più lucido. La Fiorentina punterà su di lui per il futuro“.

Un giudizio su Bernardeschi?

Bernardeschi rappresenta un po’ il paradosso della Fiorentina: benissimo all’inizio ma ora è in calo. Ma non è solo lui in calo. Bernardeschi ha fatto un grande girone d’andata ma nel ritorno si è un po’ spento. Nei nostri giovani italiani è uno dei migliori. Ce ne sono pochi come lui”.

Sul Parma invece?

Faccio un grande in bocca al lupo a questa squadra che negli anni ’90 dominava in Europa. Spero in un rilancio di questa squadra che merita grandi palcoscenici“.

Cosa ne pensi di Mario Balotelli?

Conte ha già deciso su Balotelli, non lo porterà agli Europei. A livello tecnico è fortissimo, ma nel calcio non c’è solo la tecnica…Solo lui può dimostrare sul campo chi realmente è“.

Cosa può fare l’Italia all’Europeo?

C’è da sperare di fare bene ma davanti ci sono squadre come Belgio, Germania, Spagnia e Francia che sono più forti di noi, ma confido nell’esperienza di Conte. Sono convinto che faremo un bel percorso. La rivelazione spero sia tutta la squadra e non un singolo“.

Leave a Reply