#ESCLUSIVA – Antognoni su Berlusconi: “Credo che i tifosi gli saranno riconoscenti a prescindere”

antognoni

Giancarlo Antognoni, ex calciatore, capitano e bandiera della Fiorentina, è intervenuto ai microfoni di RadioGoal24. Il campione del mondo della Nazionale italiana  dell’82 ha commentato lo stato attuale della classifica di Serie A: “Dopo 38 partite di campionato credo rispecchi ampiamente i valore di ogni squadra. C’è qualche sorpresa per qualche squadra che era partita con ambizioni diverse, però credo che il campo alla fine dia sempre il giusto giudizio per l’annata trascorsa.  Se guardiamo un pò l’andamento al vertice, credo che la Juve abbia meritato il campionato e  il Napoli il secondo posto in lotta ancora con la Roma. Diciamo che le squadre che sono arrivate con queste posizioni in classifica siano abbastanza evidenti. Più che altro qualche delusione da parte delle società più ambiziose, tipo il Milan che puntava forse a qualcosa di più concreto. Per il resto credo che sia tutto regolare”.

Che stagione è stata quella dei Rossoneri

Abbastanza altalenante, con un investimento all’inizio abbastanza poderoso, però una squadra costruita non con le giuste considerazioni. Sicuramente la società ha commesso qualche errore nell’acquisizione dei giocatori e l’allenatore a quel punto ha fatto quello che poteva fare. Non credo che Mihajlovic non abbia centrato la stagione, ha fatto quello che il campo ha dato, però sicuramente qualche problemino, sopratutto nella parte difensiva, c’è stato da parte del Milan e quindi ha subito questa annata un pò negativa.C’è stato il lancio di un bravissimo portiere, Donnarumma, che credo abbia un pò colmato le lacune di  questa stagione del Milan.

Brocchi ha di fronte una missione impossibile?

Bè, è entrato in corsa in un campionato difficile per lui perché ha poca esperienza a livello di panchina e quindi essere catapultato nella prima squadra all’inizio non è stato facile, adesso, piano piano, sta cercando di risistemare questa stagione, sopratutto aspettando la finale di Coppa Italia.

Da giocatore, come si vive la sostituzione di un tecnico a 6 giornate dalla fine del campionato con una finale ancora da disputare?

Non è sicuramente una situazione piacevole e credo che se Mihajlovic fosse rimasto fino alla fine sarebbe stata la giusta conseguenza di un’annata, anche perché la finale credo che l’abbia meritata lui come allenatore, almeno per la soddisfazione che si poteva togliere giocandosela contro la Juve, invece è stato esonerato prime e quindi niente. Un pò troppa velocità nel dare le colpe esclusivamente ad un allenatore che invece alla fine ha lavorato abbastanza bene.

Riguardo la probabile cessione del Milan, è un fallimento per noi o è solo un corso naturale degli eventi che dobbiamo accettare?

Ormai siamo diventati tutti internazionali, di conseguenza se arrivano grosse offerte da parte di finanziatori stranieri credo che qualsiasi società le accetterebbe. Berlusconi per il Milan è stata una persona importantissima, credo che abbia vinto in questi 30 anni più trofei e credo che ormai, finito questo ciclo, passa un pò la mano. Berlusconi l’ho sempre ricordato come un presidente che ha investito molto e vinto molto con questa squadra. Quindi credo che i tifosi gli saranno riconoscenti a prescindere da come finirà.

Tu che di finali ne hai vissute, quella tra Juventus e Milan sarà una finale già scritta o si prevedono 90 minuti imprevedibili?

Mah le finali sono sempre imprevedibili, è chiaro che la Juve parte favorita, però credo che il Milan per finire bene la stagione ce la metterà tutta. A questo punto non saprei chi è la favorita anche se la Juve qualcosina in più ce l’ha.

Un voto alla sua Fiorentina e uno sguardo al futuro?

Alla fine si è qualificata ad una competizione europea, quindi un voto abbastanza positivo, un 7 lo merita anche se all’inizio ha illuso un pò i tifosi. Un 7 ai giocatori ed all’allenatore, un 5 alla società perché nel momento in cui poteva rendersi utile in momenti particolarmente importanti per la Fiorentina non l’ha fatto.  Come non è stato fatto un giusto investimento su un difensore e un centrocampista e, purtroppo, alla fine ne ha pagato le conseguenze. 

Riguardo Euro 2016, hai un 11 titolare oppure qualcuno che non può mancare in vista di questo grande evento?

Non dipende da me la lista, è chiaro che Conte ha un compito non facilissimo perché si sono infortunati due giocatori importanti nella sua rosa e sostituirli non è facile, quindi sostituire Verratti e Marchisio crea qualche problemino a Conte, però credo che i sostituti che verranno daranno il massimo contributo. L’Italia si presenta sempre come una squadra importante e credo che anche in questa occasione diventerà abbastanza protagonista nonostante le vicende negative di questi infortunati.

Come terzo portiere sarebbe meglio convocare un giovane, come il già citato prima Donnarumma, o un portiere di grande esperienza che faccia morale nello spogliatoio?

Mah, il terzo portiere deve essere un ragazzo tranquillo che va agli europei consapevole di fare il terzo portiere, quindi credo che serva un personaggio abbastanza tranquillo. Per il giovane Donnarumma aspettiamo ancora, credo che abbia fatto bene fino ad adesso nel Milan e avrà tempo per arrivare lì. Queste comunque sono scelte che farà Conte al momento opportuno.

A proposito di Conte, chi potrebbe essere il sostituto adatto?

Non è facile sostituire Conte, fino ad oggi lui ha dimostrato di essere un grande allenatore e sostituirlo non è facile. Sugli eventuali sostituti la federazione prenderà le giuste decisioni, allenare la Nazionale è un privilegio per pochi e credo che sarà data la possibilità ad altri allenatori che accetterebbero volentieri questa nuova carica.

Sarebbe pronto Vincenzo Montella per questo ruolo?

Tutti sono pronti perché allenare la Nazionale è il massimo per ogni allenatore. Penso che tutti quelli che faranno un’esperienza con essa ne avranno solamente dei benefici.

Leave a Reply