Lazio, Inzaghi: “A quale allenatore mi ispiro? Dico Materazzi, ma cerco di prendere un po’ da tutti”

SS Lazio v Empoli FC - Serie A

Filippo Inzaghi ha parlato dei suoi primi mesi di allenatore della Lazio ai microfoni di LaLazioSiamoNoi.it. Ecco le sue parole: “Ci sono tante responsabilità in più allenando la prima squadra, ma non cambierà l’atteggiamento. Questo spogliatoio era il mio fino a poco tempo fa, e mi ha permesso di allenare la Lazio dei grandi. Ovviamente senza il mio staff non sarei potuto arrivare da nessuna parte. A quale allenatore mi ispiro? Il primo è Materazzi, grazie a lui ho fatto il calciatore e chissà se non ci fosse stato dove sarei finito. Ho meritato poi il mio successo sul campo, ma senza qualcuno che ti lancia è difficile andare avanti. Ho cercato di prendere spunto un po’ da tutti: Mancini, Eriksson e Simeone. Prendo spunto da tutti, poi ci metto sempre del mio. Dopo sei anni di settore giovanile e 25 vissuti nel mondo del calcio un po’ di esperienza si acquisisce. Poi è normale che si possa sempre crescere e migliorare ogni giorno, soprattutto noi che siamo giovani

Leave a Reply