#SerieB – Avellino, la Procura sequestra i beni del patron Taccone

Il presidente dell'Avellino Taccone insorge contro l'abulia dei tifosi irpini

Difficile situazione in casa avellinese. Come riporta stamane il Mattino, infatti, la Procura della Repubblica, coadiuvata con la Guardia di Finanza di Avellino, hanno sequestrato alcuni beni del patron dell’Avellino Calcio, Walter Taccone.

Il presidente dei lupi, infatti, aveva omesso il pagamento di contributi in questi anni alla casa di cura che gestisce, la clinica Santa Rita, il che ha fatto scattare le indagini nei suoi confronti e per il socio Vincenzo D’Onofrio, anche lui membro della società di calcio irpina.

Sequestrati beni per oltre 800 mila euro e indagini ancora in corso. Alla vigilia della sfida salvezza in quel di Lanciano, non arrivano notizie serene in casa avellinese.

Leave a Reply