#UnCalcioAllaStoria – Da Higuain a Materazzi, storia di maxi squalifiche

Higuain

La stangata è arrivata a Castel Volturno alle 13:30 di ieri: Gonzalo Higuain, indiscusso trascinatore del Napoli in questa stagione, è stato squalificato per quattro turni, per aver appoggiato le mani sul petto dell’arbitro dopo essere stato espulso per un fallo ai danni di Felipe durante la partita contro l’Udinese. Oggi Un Calcio Alla Storia vuole rinfrescare la memoria ai suoi lettori in tema di pesanti squalifiche a calciatori, prima o dopo una prova tv.

Partiamo nel nostro breve riepilogo con un grande amante dei cartellini: Marco Materazzi, dopo un Inter- Siena tenutosi a San Siro nella stagione 2008-2009, riceve 8 giornate di squalifica. La motivazione del giudice sportivo è riconducibile ad un episodio molto strano: Bruno Cirillo, giocatore dei bianconeri si presenta nell’immediato post partita alle telecamere con un labbro spaccato, il ragazzo non ha dubbi nell’accusare Materazzi. L’inter non fece alcun ricorso, nonostante non esistano video che provino la colpevolezza del difensore nerazzurro.

In clima di Euro 2016 è bene ricordare, anche a qualche giocatore particolarmente esuberante nelle dichiarazioni, cosa successe a Rivera, che nel post partita di Milan-Cagliari, causa un dubbio rigore concesso ai sardi, accusò il direttore di gara di voler scippare lo scudetto ai rossoneri. La pena esemplare arrivò alcuni giorni dopo: tre mesi di squalifica e addio alla Nazionale.

Anche un’altra grande bandiera del calcio italiano rimase coinvolto in una super squalifica di ben 9 giornate: Roberto Boninsegna, colpevole di aver commesso un gesto “simile” a quello imputato a Higuain, dopo che l’arbitro in una partita tra Cagliari e Varese, concesse un fallo molto dubbio, il calciatore si avvicinò al direttore di gara spingendolo ripetutamente e violentemente. I turni di stop furono ridotti dagli iniziali 11.

Per trovare un precedente tra gli azzurri bisogna risalire alla squalifica inflitta a Dino Panzanato che nel 1966-67 prese a pugni un giocatore della Juventus.

Non sta sicuramente a noi giudicare questi comportamenti che ormai da anni fanno parte dell’aspetto folkloristico del gioco del calcio, chissà però se questo stop di Gonzalo Higuain porterà il Napoli ad una resa definitiva per la corsa scudetto.

Leave a Reply