Empoli, Giampaolo: “Dobbiamo giocare per vincere”

Giampaolo

L’Empoli prepara il match interno contro un Palermo a caccia di punti. I toscani, ormai fuori dalla lotta salvezza, vogliono però chiudere aritmeticamente il discorso arrivando prima possibile alla soglia dei 40 punti. Giampaolo sa che la squadra corre il rischio di rilassarsi e dunque sprona i suoi a non fare calcoli, a giocare imponendo le proprie idee di calcio come ha sempre fatto finora :”Dobbiamo giocare per vincere, sono convinto che la squadra possa fare una grande partita. Non dovremo fare calcoli, l’imperativo è giocare a calcio con qualità, intensità, determinazione ed attenzione. Anche se nei ko non avevamo mai fatto mancare la prestazione, non riuscivamo a fare risultato. Il pari con la Samp ci ha permesso di interrompere il trend“. L’avversario attraversa un momento delicato: “Non abbiamo riferimenti, abbiamo lavorato sull’Empoli. Non ci sono elementi per far cose diverse, hanno cambiato tanto e non è detto che sia peggio lavorare su sè stessi pensando a fare una grande partita. Verranno qui per fare risultato, ne hanno bisogno. Se provassi a pensare come pensano là, mi aspetto una squadra agguerrita che verrà qui a contendersela, attenta, che anche agonisticamente farà una gara importante“.

L’Empoli ritrova finalmente il suo leader difensivo, Tonelli, assente nelle ultime giornate: “E’ stato all’inferno, lo sa come si sta all’inferno… Tornare a giocare è un’altra dimensione, sono convinto che quelle situazioni non possano far altro che aiutarlo a migliorare. Io sono contento di tutti, il problema è quando sei costretto a cambiare tanto. Una volta uno, una volta l’altro: la difesa viaggia all’unisono, ha bisogno di capirsi e di continuità e noi lì abbiamo tracciato un segno di discontinuità ma abbiamo apprezzato le buone partite di chi non giocava. Tonelli recupera, in settimana ho rivisto il Costa che conoscevo. Mario Rui e Laurini sono recuperati, stanno tutti bene“.

Leave a Reply