Juventus-Inter 2-0, J.Zanetti: “Ora serve personalità, l’obiettivo minimo resta il 3° posto”

Javier Zanetti

Roberto Mancini non ha voluto rilasciare dichiarazioni nel post di Juventus-Inter e per i nerazzurri ha parlato Javier Zanetti ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole: “Purtroppo è un momento di difficoltà e in questo momento ci mancano tante cose. Purtroppo è una sconfitta pesante, merito della forza della Juve e colpa nostra. Credo sia il momento di fare un esame di coscienza e dare qualcosa in più. Da questi momenti si esce con grande personalità e spero che dalla prossima gara si veda qualcosa di diverso da questa sera”. Come si esce da un momento così? “Si esce lavorando e cercando di commettere meno errori possibile. Ritrovare, come ho detto prima, la compattezza e parlare tanto fra il gruppo. Credo che sia l’unica maniera con cui si può uscire da questo momento”. Si uscirebbe meglio con centrocampisti che possano dettare i tempi di gioco? “E’ arrivato un momento della gara in cui la squadra aveva tanto possesso senza essere mai pericolosa. La Juve lasciava pochi spazi, ma ci manca queste iniziative che ti fanno dare qualcosa in più in certi momenti e che ti fanno fare la differenza”. Manca un leader a questo gruppo? “E’ un gruppo nuovo, ci sono giocatori di esperienza ma credo che il gruppo si fa in questi momenti”. Previsti incontri Mancini-società per uscire da questo momento? “In due mesi abbiamo perso tutto ciò che abbiamo fatto di buono fino a Natale. Con Roberto parliamo spesso, abbiamo parlato anche con i ragazzi. Stiamo cercando di risollevare una squadra che ha fatto quello che doveva fare fino a Natale”. L’obiettivo del finale di stagione? “Il nostro obiettivo minimo non è cambiato, rimane il 3° posto”.

Leave a Reply