#UnCalcioAllaStoria – 11 metri di storie

<> at Camp Nou on February 14, 2016 in Barcelona, Spain.

Nel 6-1 contro il Celta Vigo, il Barcellona ha segnato un gol molto particolare: sul 2-1 Leo Messi è andato sul dischetto pronto a battere un calcio di rigore, tuttavia sul penalty ha preferito favorire Suarez e passare a lui la palla del 3-1. Le polemiche dopo il gesto, sono state tante ma noi oggi vogliamo parlare delle storie racchiuse negli 11 metri di un calcio di rigore.

Il colpo di Messi è una citazione a Johan Cruyff che esegui il colpo in Ajax-Helmond Sport nel 1982. Il regolamento permette questa soluzione solo nel caso in cui il pallone venga calciato in avanti dal giocatore sul dischetto.

Non solo colpi spettacolari, nel 2005 Robert Pires, ex Arsenal tentò la giocata contro il City, l’esecuzione non riuscì e il francese insieme ad Henry rimediò una brutta figura.

Il penalty è stato inventato tra il 1890 e il 1891, prima di vedere un’evoluzione dobbiamo aspettare il 1902 anno di nascita del dischetto.

Da allora la storia di molte partite, in particolare quelle avvenute in competizioni come Mondiali o Europei è stata decisa ai calci di rigore: come dimenticare la finale a Berlino nel 2006 o l’epilogo della Champions League nel 2003 con una partita tutta italiana tra Milan e Juventus.

Non solo vittorie, dal dischetto sono nati anche fallimenti.

Nel 1994 Roberto Baggio, ha scritto una pagina amara per la nostra nazionale, proprio lui che mai sbagliava dagli 11 metri, nella finale mondiale contro il Brasile mandando il pallone sopra la traversa consegnò la coppa del mondo ai brasiliani.

Anche John Terry, nella finale di Champions del 2008, scivolò proprio sul dischetto contribuendo alla vittoria finale dello United sul suo Chelsea.

I calci di rigore sono sfide nella sfida perchè calciando da 11 metri, si può sempre scrivere una nuova storia.

Leave a Reply