#PremierLeague – il Manchester United a colloquio con Rooney su van Gaal

wayne-rooney-michael-carrick-manchester-city-manchester-united-fa-cup-08012012_1307u873yuvjizn6vomcl67b1

Dopo il presunto esonero di ieri sera e le conseguenti voci su un possibile addio di Louis van Gaal, la crisi del Manchester United continua, tanto che la stessa società avrebbe chiamato a colloquio il capitano Rooney e Michael Carrick per capire meglio la situazione nello spogliatoio. Dopo la sconfitta contro il Norwich all’Old Trafford, il tecnico olandese ha richiamato tutta la squadra per un faccia a faccia in seguito alla disastrosa sconfitta subita in casa. Tra i calciatori che avrebbero espresso il loro parere in maniera a dir poco animata, ci sarebbero Rooney, Carrick e gli spagnoli Herrera e Mata, i quali, stando al Daily Mail, avrebbero intrapreso una congiura ai danni dell’ex allenatore della nazionale olandese.

Le accuse dei singoli, sarebbero rivolte al metodo di allenamento di van Gaal, focalizzando la protesta sulla linea dura voluta dall’olandese e sulle tattiche di gioco, spesso incomprensibili dalla rosa dello United, inoltre, insistono nel dire che i continui infortuni dei calciatori, siano dovuti proprio allo stress fisico e all’eccesso nei carichi di lavoro del mister. Le voci che corrono e che vedrebbero Mourinho possibile sostituto proprio del tecnico ex Bayern Monaco, avrebbero creato qualche malumore nello spogliatoio e alimentato la rivolta ai danni dell’olandese. Fonti interna al club, riferiscono che l’incontro tra la società e i senatori della squadra, sia avvenuto per arrivare ad una decisione in merito al prossimo allenatore dello United, ma riferiscono che i dirigenti abbiamo dialogato a lungo con l’attuale tecnico nel tentativo di comprendere i problemi della squadra in vista della sfida contro il Chelsea. L’obbiettivo dello United di arrivare ala qualificazione alla prossima Champions League è ancora possibile dato che si trova al momento 5° in campionato, ma il vero problema dei Red Devils è il sistema di gioco, tanto criticato dai calciatori e soprattutto dai due dissidenti spagnoli, i quali si sentono ostacolati dalle metodologie.

Leave a Reply