Jose Mourinho non è stanco: “Non mi prenderò un anno sabbatico”

Jose-Mourinho

Dopo l’esonero lampo e quantomeno inaspettato per la rapidità dell’accaduto, Jose Mourinho ha voluto rompere il silenzio dichiarando che vorrebbe prendere un nuovo lavoro immediatamente senza prendersi un anno sabbatico. Mou è stato scaricato dai campioni della Premier League in carica dopo aver totalizzato 9 sconfitte in campionato e aver una delle peggiori difese di tutta la classifica. Senza tanti complimenti, il patron del Chelsea, Roman Abramovich ha licenziato il tecnico portoghese, tramite una rescissione consensuale in accordo proprio con l’allenatore di Setubal.

Dopo l’amaro addio, Mou ha voluto ribadire tramite i suoi agenti, che non rimpiange i suoi anni passati alla guida dei Blues: “Jose Mourinho era felice del suo ritorno al Chelsea Football Club perché sapeva che era in grado di regalare ai tifosi un altro titolo di Premier League, dopo alcuni anni in cui non erano riusciti a vincerlo. E’ immensamente orgoglioso dei suoi otto trofei al Chelsea, e ringrazia i tifosi per tutto il loro supporto durante i suoi due anni al club. Durante la sua carriera, Jose ha talvolta scelto di lasciare un club, ma solo al Chelsea ha voluto che il club decidesse se avesse dovuto lasciare o meno. Ogni occasione che rappresenta la fine di un ciclo, allo stesso modo rappresenta per lui l’inizio di uno nuovo. Jose spera che il suo futuro dopo il Chelsea, si riveli un successo come quando ha lasciato il club nel 2007. Non prenderà un anno sabbatico, non è stanco, non ne ha bisogno, lui è molto positivo, e non vede l’ora di rimettersi in gioco. A causa del suo amore per il calcio vedrete Jose ai campi di calcio di lavoro e sostenere gli amici. Jose rimarrà a vivere a Londra e spera che a lui e la sua famiglia sarà data la possibilità di farlo in privato”.

Leave a Reply