#CoppaItalia – Milan, Mihajlovic vuole la vittoria e carica i suoi

Soccer: Serie A; Fiorentina-Milan

Dopo i due pareggi che sanno tanto di amarezza, in casa Milan si guarda al futuro, in particolare a questa sera dove i rossoneri sfideranno la Sampdoria per gli ottavi di finale della Coppa Italia. Durante la conferenza stampa del pre partita, il tecnico dei rossoneri, Sinisa Mihajlovic, ha voluto ricordare ai suoi calciatori che la vittoria di oggi sarà fondamentale per il corso della stagione: “Per noi che non abbiamo le coppe europee, la Coppa Italia è una competizione fondamentale, andremo a Genova per vincere. In campo vedrete la miglior formazione che possiamo schierare adesso. Non cerco mai alibi e nemmeno i giocatori, nessuno dice che quello che sta succedendo è colpa di altri. L’unico modo per uscire da questo momento è vincere”.

Alcuni giornalisti hanno comunque incalzato il tecnico serbo sulle parole del presidente Silvio Berlusconi che ha recentemente dichiarato di essere deluso dall’allenatore del Milan: “Non ho visto dichiarazioni di Berlusconi, ascolto e non commento le sue parole. Non voglio più rispondere a domande sul presidente, preferisco pensare solo al campo”, assicurando poi di essere sereno: “Ho fiducia nel mio lavoro e non mi faccio prendere dall’ansia. Pensiamo ad un impegno per volta e vediamo cosa succede”. Ma oltre che allo stato d’animo collettivo della squadra, Mihajlovic è intervenuto anche sui singoli come Mario Balotelli, Antonelli e il contestatissimo Montolivo: “Balotelli non ci sarà, Antonelli ha recuperato e andrà in panchina. Honda? Sa cosa fare per mettermi in difficoltà. Sarà sicuramente tra i convocati, poi valuterò se farlo giocare o meno, mentre Montolivo lo fischiavano già a Firenze quando ero con lui, penso sia abituato a certe situazioni. I tifosi hanno il diritto di fischiare, noi dobbiamo tapparci le orecchie e andare avanti. Chi non riesce a sopportare queste cose, non può fare il nostro mestiere, ma non credo che la squadra si faccia condizionare dai fischi. Hanno tutti quanti abbastanza personalità per sopportare le pressioni”.

Leave a Reply