Lazio-Sampdoria 1-1, Zukanovic gela l’Olimpico nel finale

Pioli

All’Olimpico Lazio-Sampdoria termina 1-1. I due tecnici, Pioli e Montella, rivoluzionano moduli e uomini per questo delicato match; l’allenatore biancoceleste schiera un insolito 4-3-1-2 con Candreva alle spalle della coppia Klose-Djordjevic mentre, dall’altra parte, l’Aeroplanino lascia in panchina Muriel schierando Cassano come punta centrale, con Carbonero e Lazaros sulle corsie (Eder out nella rifinitura per infortunio, ndr). Primo tempo di studio tra le due squadre con pochi squilli, fatte eccezione per qualche cross interessante di Candreva e per una azione di contropiede degli ospiti con De Silvestri. Nella ripresa la Lazio ci prova con maggior forza e trova il vantaggio grazie ad un maestoso colpo di testa di Matri (78′) su assist di Radu. Poco dopo va k.o Marchetti, al suo posto Berisha che si rende autore del fallo (da ultimo uomo. Ammonizione per lui) su Muriel dal quale scaturisce il pareggio doriano al minuto 93′ con Zukanovic che, su punizione, trova lo sfortunato tocco di testa di Felipe Anderson che insacca nella propria porta, regalando un punto d’oro a Montella. Ennesima occasione persa per l’11 di Pioli con tanta amarezza sui volti dei giocatori per una nuova occasione persa. La Sampdoria fa poco o nulla ma ottiene un pari che da morale, soprattutto perchè ottenuto lontano da Marassi.

Leave a Reply