Milan, parla la sorpresa Niang : “Sono cambiato tanto”

International Champions Cup 2014 - Liverpool v AC Milan

Ormai titolare inamovibile dopo le ottime prestazioni con Juventus, Sampdoria e Crotone, l’ex attaccante del Caen, Mbaye Niang dice di essere cambiato tanto sia dentro che fuori dal campo: “Oggi è diverso, ho 21 anni e riesco a comprendere meglio le cose – dice l’attaccante rossonero, intervistato da ‘France Football’Mentalmente non sono più lo stesso. Mi sento più responsabile. Ho commesso tante cavolate dettate dalla gioventù, ma certe persone mi hanno fatto capire che la mia carriera ne avrebbe risentito se avessi continuato così”.

Dopo la buona stagione con la maglia del Genoa, l’attaccante francese vuole confermarsi con i rossoneri, bravi ad aspettare la maturazione del giovane talento, che oramai, sembra poter essere pronto per i grandi palcoscenici del calcio che conta. Il grande merito di Sinisa Mihajlovic è stato quello di valutare attentamente il calciatore e aspettare la sua completa maturazione: “Ho sentito sin dal primo giorno di essere apprezzato da lui”- riferendosi al tecnico serbo – “Allegri credeva in me, ma gli altri (Inzaghi, Seedorf) no. Può darsi che non rientrassi nei loro piani, o che le mie qualità non li soddisfacessero… Non lo so. Questo è il calcio”.

E riguardo le bravate che lo hanno caratterizzato da giovane ha dichiarato: “Mi hanno forgiato, mi hanno aiutato a crescere”. E a quelli che pensano che Niang sia ancora l’immaturo di una volta, lui risponde che “chi la pensa così è perché non mi conosce. E comunque dal punto di vista calcistico non ho mai lesinato nulla, ho sempre dato il 100%. Chi dice il contrario mente. Al Milan voglio confermare la bella stagione di Genova, sapevo che avrei potuto conquistarmi un posto da titolare. Però adesso devo continuare così”.

Leave a Reply