#Premier League – West Bromwich Albion vs Arsenal, gunners sconfitti per 2-1

2278342

Sconfitta del tutto inaspettata per l’Arsenal che capitombola allo stadio Hawthorns di West Bromwich, capace di strappare una vittoria clamorosa ai danni dei gunners. Fortuna marcia o indicazione che anche quest’anno il campionato dell’Arsenal finirà con lo stesso identico risultato dal 2004? In molti nel nord di Londra si chiedono cosa possa far cambiare rotta alla squadra di Arsene Wenger, incapace per la seconda settimana di fila di agguantare il primo posto in classifica e staccare i due rivali di Manchester. Dal canto suo, il WBA ha fatto il suo gioco, ovvero, difesa estenuante, ripartire e conquistare la vittoria. Missione compiuta.

Come in ogni campo della Premier, suona la Marsigliese prima del fischio d’inizio della partita, con i tre francesi dei gunners, Laurent Koscielny, Olivier Giroud e Coquelin a cantare le parole, con la conseguente commozione visibile sui loro e sui volti di tutto lo stadio del WBA. Wenger non può contare sui vari infortunati tra cui, Walcott, Chamberlain, Ramsey, Wilshere, Rosicky e Welbeck, praticamente tutti possibili titolari. Spazio dunque a Giroud in attacco e Kieran Gibbs schierato come ala sinistra offensiva, con solo il 17enne Jeff Adelaide come sostituto in panchina. Al minuto 14 deve subito abbandonare il campo Coquelin, uscito malconcio dopo uno scontro con il centrocampista Yacob, entra quindi Arteta al suo posto. Nonostante ciò, l’Arsenal mantiene un buon ritmo di gara e riesce a passare in vantaggio con il gol di Olivier Giroud, che prende in controtempo Rondon e sfrutta al meglio l’undicesimo assist stagionale in Premier League del solito Ozil. Il WBA continua nella sua partita fatta di attese e ripartenze. Minuto 35 e i padroni di casa conquistano un calcio di punizione molto pericoloso. Chris Brunt va alla battuta, pallone in mezzo e Morrison sigla il pareggio, sovrastando la marcatura flebile dell’ex Milan Flamini. Spinti dal pubblico di casa, il WBA riesce a passare in vantaggio a pochi minuti dalla fine con un autogol dello sfortunato Arteta. McLean vola sulla fascia sinistra, mette in mezzo e trova la deviazione sotto porta del calciatore spagnolo, anticipando l’uscita dell’incolpevole Cech. Nella ripresa, proprio Arteta deve abbandonare il terreno di gioco per un altro infortunio. l’Arsenal non demorde e recrimina per un possibile fallo di Olsson su Giroud in area di rigore ma il direttore di gara lascia proseguire. Al 74′ minuto, l’arbitro concede un calcio di rigore per un fallo su Alexis Sanchez. Alla battuta si presenta Santi Cazorla che al momento di calciare scivola e colpisce la traversa, bloccando il risultato sul 2-1.

Leave a Reply