#EURO2016, Play-Off: verso Svezia – Danimarca, dal “biscottone” allo spareggio

1444821034550_euro-2016

Dopo le vicende del motomondiale riguardanti Valentino Rossi e il presunto, o meno, “biscotto” ad opera del duo Marquez – Lorenzo, il famoso termine tutto italiano con il quale si recrimina un finale di gara creato apposta per favorire una parte piuttosto che l’altra, ritorna in voga per la sfida tra Danimarca e Svezia che vede le due compagini scandinave affrontarsi per decidere chi sarà a staccare il pass per l’europeo in Francia del 2016. L’Italia, dopo la sconfitta in casa del Belgio durante l’amichevole di ieri sera, può godersi la sua “rivincita” vedendo una delle due squadre coinvolte nel biscotto del 2004, sconfiggere l’altra squadra coinvolta e di conseguenza eliminata dalla fase finale dell’Europeo del 2016.

Questa sera alle 20.45 andrà in scena allo stadio di Solna, nella contea di Stoccolma, lo spareggio che decreterà chi tra Svezia e Danimarca andrà alle fasi finali in Francia. In merito a ciò, il solito Zlatan Ibrahimovic aveva recentemente dichiarato che sarebbe inimmaginabile un europeo senza l’asso del Paris St. Germain e che farà di tutto per portare la sua nazionale al’Europeo. A parte questo, le due nazionali vivono da sempre una forte rivalità, che ha visto prevalere alternativamente l’una o l’altra squadra. Il loro periodo più florido risale tra il 1992 e il 1994, dove la Danimarca vinse a sorpresa l’europeo mentre la Svezia arrivò 4 ai mondiali in USA nel 94. I precedenti tra le due squadre sono 104 con 45 vittorie per la nazionale di Ibra e 40 per quella di Bendtner, e pur non avendo avuto grandi exploit in palcoscenici internazionali, hanno fornito al grande calcio, grandi campioni come Hamrin, Liedholm, Nordahl, Simonsen, Schmeichel e i fratelli Laudrup.

In vista della partita, l’emittente danese Kanal 5, sta trasmettendo un promo dove vengono derisi i simboli svedesi, da Pippi Calzelunghe, a cui vengono tagliati i capelli, ai cd degli Abba che vengono bruciati con della benzina, accompagnando il tutto con l’hashtag #MereEndEnKamp (“più di una partita”).

Leave a Reply