Chelsea, Fabregas fa mea culpa: “Qualcosa non quadra, paghiamo ogni errore”

Euro 2012 - Portogallo vs Spagna

Dal ritiro della nazionale spagnola di calcio, il centrocampista del Chelsea, Cesc Fabregas, ha parlato ai microfoni di Onda Cero prima della sfida di martedì prossimo contro l’Inghilterra. Reduce dall’ultima sconfitta in campionato contro lo Stoke City e la settima stagionale per il Chelsea in questo avvio di Premier League, l’ex Barcelona si è soffermato sul momento no che stanno attraversando i blues in questo periodo: “Al Chelsea qualcosa non quadra, l’anno scorso abbiamo perso quattro partite in tutta la stagione. Stiamo facendo molto male, ma va detto che quest’anno il livello é davvero brutale. Anche un minimo errore lo paghi carissimo”.

“A livello personale – ha proseguito Fabregas – mentalmente mi sento piú forte, spero che la mia carriera continui a lungo. Ho praticamente iniziato con Wenger, al quale sono molto legato, calcisticamente e non. Questo sport è tutto per me, ammetto che a volte mi tocca battagliare con mia moglie, che mi accusa di vedere partite di calcio 7 giorni su 7″.

Le sue prestazioni fanno anche pensare ad un suo possibile addio dalla squadra londinese, visto lo scarso impegno che si è potuto intravedere durante l’ultima partita. La sua scarsa personalità in campo, denota quasi un voler far fuori il tecnico Mourinho o quantomeno, dimostrare all’allenatore di Setubal, che la squadra ha bisogno di una scossa per potersi riprendere dal peggior momento degli ultimi anni dei blues.

L’intervista poi si è spostata sulla questione nazionale dove ha raggiunto le 100 presenze con la maglia della Roja, sul quale ha dichiarato: “Sono davvero felice di aver raggiunto le 100 partite con la Nazionale, spero davvero che possano essere molte di piú. Questi dieci anni con la Spagna sono passati molto rapidamente, ma quando mi fermo a pensare a quello che abbiamo vinto, mi rendo conto che è davvero impressionante. Nei giorni delle tre finali vinte mi sembrava di toccare il cielo con un dito”.

Leave a Reply