Roma, presentazione Rudiger: “Metterò in difficoltà Garcia”

Rudiger1

Sarà il terzo difensore centrale, davanti a lui la coppia formata da Castane Manolas. Arrivato in prestito dallo Stoccarda, Rudiger rappresenta uno dei principali talenti del calcio tedesco.

Prende la parole il dg Mauro Baldissoni:
“E’ un piacere presentare un giovane talento che ha già esperienza in Bundesliga e Nazionale tedesca, quindi già perfettamente pronto per essere un protagonista”,

 La parola passa al difensore.

Quali sono i tuoi obiettivi stagionali?
“Saluto tutti come prima cosa, sono Antonio Rudiger e il mio obiettivo è fare del mio meglio per raccogliere successi”, dice il difensore, in tedesco.

Hai parlato con il ct della scelta di venire a Roma?
Sì, ci ho parlato e lui ama il modo di giocare di Garcia, il modo di fare pressing”.

Preferisci giocare sul centro-destra o sinistra?
“Mi definisco un difensore centrale, ma in Germania ho anche giocato come terzino destro”.

In Germania si parla di Rudiger come un difensore di grande prospettiva, ma che può migliorare ancora molto sul piano tecnico:
“Naturalmente sono consapevole di poter e dover migliorare in tante cose: ho solo 22 anni e bisogna sempre andare avanti”.

Domanda per Baldissoni: De Rossi ha sorpreso come difensore centrale, era programmata?
“La Roma voleva avere quattro difensori centrali e in aggiunti di questi c’è anche Capradossi. La scelta di poter utilizzare Daniele è di natura tattica, lui si diverte a giocare lì quando è necessario ma il pacchetto è stato completato da altri difensori”.

Cosa pensi del trasferimento in vista degli Europei?
“Sono in un grande club, credo sia stata un’ottima cosa per me”.

Come procede il recupero, conti poter giocare a Frosinone?
“Ho iniziato ad allenarmi ieri, al momento non ho dolori e che tutto proceda per il meglio, ma deciderà l’allenatore”.

Vieni dal campionato dove gioca l’ex Benatia, sei pronto a reggere il confronto?
“Su Benatia posso dire che ha dato un grande contribuito qui, ma io sono Antonio Rudiger e ho la mia personalità, cercherò di dare il mio meglio”.

Cosa pensi del Bayer Leverkusen, prossimo avversario in Champions della Roma?
“Ha una grande squadra, forte, ma anche noi lo siamo. Giocano un calcio offensivo, costantemente proiettato in avanti, ma io credo nella Roma e nelle sue qualità”.

Come hai visto la Roma da osservatore estero?
“Le prime partite sono molto difficili, bisogna conoscersi coi nuovi, quella con la Juve in particolare è stata dura. La squadra è in forma, io spero di dare il mio contributo collezionando presenze e aiutando De Rossi”.

Pensi di dover migliorare anche dal punto di vista comportamentale?
“Non so cosa rispondere: sono un ragazzo tranquillo che ha rispetto per tutti, non so dove abbia letto di miei possibili problemi comportamentali. Rispetto ai miei primi anni di professionismo sono cresciuto”.

Vieni dalla Bundesliga, cosa credi ti possa dare la Serie A italiana?
“In Germania l’Italia è molto stimata per il lavoro difensivo, quindi io sono qui per imparare, è un trasferimento ottimo per me”.

Ti senti in grado di poter fare il titolare?
“Cercherò di fare del mio meglio, ma toccherà a Garcia decidere se schierarmi o meno”.

Domanda per Baldissoni: Se la sente di commentare le parole di Marotta?
“Nessun commento”.

Leave a Reply