Franco Tancredi e Felice Pulici analizzano il derby di Roma

derby roma

Due portieri, ex di lusso, come Felice Pulici e Franco Tancredi hanno anticipato i temi del prossimo derby capitolino ospiti questa mattina, della trasmissione “Pezzi da 90” condotta da Massimo Boccucci sull’emittente umbra Radio Onda Libera. Pulici, 150 presenze dal 1972 al ’77 con la Lazio di cui è stato anche direttore generale e responsabile delle giovanili, e Tancredi, 288 partite dal 1987 al 1990 con la Roma dove ha fatto anche il preparatore, si sono prestati volentieri al botta e risposta.

Ricordate un derby capitolino dalla posta in palio così alta per entrambe le squadre?

PULICI: “No, direi che questo può considerarsi un derby unico. Si giocano davvero molto. Di solito è favorito chi ha più punti in classifica, ma io vedo meglio la Lazio per come sta giocando nel girone di ritorno”.

TANCREDI: “Mi ricorda il clima che c’era negli anni 2000 quando vinsero lo scudetto. C’erano grandi squadre pure all’epoca”.

La Lazio è attesa da una settimana dalle forti emozioni tra la finale di Coppa Italia e il derby: come deve gestirsi?

PULICI: “In modo naturale. Il risultato della finale potrà influire verificando lo stato psico-fisico dei giocatori che sono comunque abituati agli impegni ad alti livelli. Lo spostamento a lunedì? Se fossi la Roma sarei d’accordo. C’è una grande aspettativa e creare le condizioni per un evento unico è una cosa buona anche per i tifosi”.

TANCREDI: “Non deve gestirsi ma andare avanti. Le gare si devono vincere e basta. C’è un trofeo in palio e poi penserà al derby. Pioli sa come preparare i suoi, non è una sorpresa quanto sta facendo visto che ha lavorato molto bene anche in passato. Potrà ruotare uno-due giocatori al massimo, verificando le condizioni dei singoli”.

Un uomo-derby da ciascuna sponda?

PULICI: “Felipe Anderson è un giocatore straordinario in grado di fare la differenza. Nella Roma dico Totti perché resta l’uomo-derby per eccellenza”.

TANCREDI: “Candreva sta facendo cose incredibili e Nainggolan incarna lo spirito del combattente che serve in questo tipo di sfide”.

Leave a Reply