Milan, Berlusconi boccia sia Mister Bee che Inzaghi

Berlusconi comincia a guardare con interesse a cinesi e thailandesi

Silvio Berlusconi, presente questa mattina a Saronno per il tour elettorale (elezioni il 31 maggio), ha parlato a 360° del suo Milan. Le sue dichiarazioni sanno di bocciatura sia per Mister Bee che per il tecnico Filippo Inzaghi, anche se il Presidente ha rimandato a più avanti, probabilmente alla prima settimana di giugno, ulteriori novità sia per quanto concerne lo staff tecnico che quello societario.

“Offerte per il club? Ce ne sono diverse che testimoniano l’importanza del brand del Milan in Cina e in altri paesi. Le stiamo valutando, ma dobbiamo farlo con calma e prudenza perché sarà una scelta irreversibile. Dobbiamo trovare le persone giuste. Mister Bee? Bisogna che ci sia qualcosa in più della ricerca di popolarità per comprare il Milan”.

Sappiamo che oltre mister Bee ci sono altre cordate (sempre asiatiche) pronte ad investire nel Milan, anche se molto probabilmente Berlusconi manterrà la maggioranza per altri anni e quindi di fatto sarà Lui a decidere sulle sorti del club rossonero.

Lo stesso Berlusconi ha parlato anche di Inzaghi, e le sue parole sanno di bocciatura per il tecnico che ha voluto, insieme ad Adriano Galliani, la scorsa estate.

“Inzaghi? Ha certamente un bellissimo rapporto con il gruppo. Abbiamo però avuto visioni diverse in alcune occasioni, ma questo è un discorso che affronteremo al momento giusto. Ad esempio gli avevamo chiesto di far giocare diversi giovani, una richiesta rimasta inevasa… ”.

Ripetiamo che probabilmente il mese di giugno sarà molto importante per vedere cosa succederà al Milan e se la squadra rossonera tornerà ad essere protagonista in Italia, dopo due campionati molto negativi.

Leave a Reply