Aspettando la Champions continua la lotta a suon di gol tra gli alieni: Cristiano Ronaldo e Messi irreali. E la Juventus? Tricolore

champions league

E’ stato un fine settimana ricco di emozioni e a pochi giorni dall’andata delle Semifinali di Champions League si possono tirare alcune somme. Il Barcellona di Luis Enrique è tirato a lucido, 8-0 al Cordoba con tutto il tridente a bersaglio ed un gioco che incanta, con Suarez tornato giocatore immarcabile coadiuvato da un fantastico Messi e da un imprevedibile Neymar. Sempre in Spagna non molla la presa neanche il Real Madrid di Carletto Ancelotti che vince a Siviglia con una tripletta di Cristiano Ronaldo (ma non era in crisi?) che manda più di un segnale alla Juventus; è tornato Bale e forse ci sarà anche Benzema allo Stadium ed Allegri non vive sogni tranquilli nonostante un fantastico Scudetto (il 4° consecutivo per la Vecchia Signora) vinto sabato a Genova grazie all’1-0 a firma Vidal ai danni della Sampdoria. Se ci sono 3 squadre in ottima forma ce ne è una, per forza di cose, in calo: il Bayern Monaco di Pep Guardiola. I bavaresi stanno perdendo pezzi visti gli infortuni di Robben e Ribery, che non ci saranno nella grande sfida da ex contro il Barcellona; sabato pomeriggio sconfitta contro il Leverkusen con molte riserve in campo e qualche campanello d’allarme per i tedeschi.

Quello che deve spaventare maggiormente Guardiola e Allegri è però la condizione psicofisica delle rivali che stanno trovando una continuità spaventosa sottoporta (beh facile con CR7 e Leo Messi): i 2 stanno viaggiando ad una media gol incredibile in questa stagione, l’argentino è a quota 40 in Liga con 8 in Champions League e in stagione è a 51 gol in 50 presenze; ancora meglio il portoghese che in campionato ne ha firmati 42 ed anche lui 8 nella massima competizione europea ma in totale ne ha siglati 53 in 49 presenze, cifre da “Alieni”.

Bayern e Juventus non hanno minimanente giocatori che possano reggere cifre del genere ma puntano su 2 grandi collettivi e su un gioco spumeggiante. Guardiola incanta ancora con il suo Tiki-taka mentre Allegri con il suo calcio pragmatico riesce comunque a trasmettere grinta e abnegazione alla causa, passando sempre per il bel gioco, grazie anche a giocatori come Pirlo, Pogba o Tevez, maestri in questo. Intanto per entrambi è arrivato il titolo nei rispettivi campionati che può facilitare le rotazioni in vista del doppio impegno di Semifinale, mentre Real e Barca si stanno contendendo il titolo in Spagna e questo potrebbe portare via energie fisiche e psichiche importanti.

Da una parte gli “Alieni” per la Spagna, dall’altra il collettivo ed il senso tattico, manca poco alle Semifinali. Chi andrà in Finale? Chi lo sà…di sicuro sarà spettacolo, ed allora comincino le danze.

Leave a Reply