Pugno Denis a Tonelli: 5 giornate di stop per l’argentino

Denis e Tonelli in un confronto di gioco prima del cazzotto negli spogliatoi

Una giornata di squalifica anche per il difensore dell’Empoli per espressioni intimidatorie

In una giornata di Serie A che sarebbe stato meglio ricordare per i risultati sul campo che per gli scontri tra tifoserie e tra calciatori, accade anche che German Denis, l’attaccante argentino dell’Atalanta, sferri un pugno al suo collega Lorenzo Tonelli, difensore dell’Empoli, negli spogliatoi duranti il post match valido per la salvezza tra le due compagini. Il “Tanque” rischiava da tre a otto settimane di stop. Il giudice sportivo Tosel ha optato per cinque giornate di squalifiche, per condotta violenta.

Ecco il comunicato: “Qualche minuto dopo il rientro negli spogliatoi, il calciatore Denis, insieme ad un compagno di squadra, si portava all’ingresso dello spogliatoio empolese e, non appena il Tonelli si avvicinava, lo colpiva con un violento pugno al volto, con conseguenze lesive. Valutata la particolare gravità di tale violenta condotta, del tutto avulsa dal contesto agonistico, il giocatore viene punito con la squalifica per cinque giornate effettive di gara“.

Denis tornerà dunque in campo solo nell’ultima giornata di campionato, quando spera di riabbracciare un’Atalanta ormai salva in campo contro il Milan all’Atleti Azzurri d’Italia. Ma Tonelli, la vittima del gesto violento del centravanti di Reja, non la passa liscia. Tosel per lui ha optato per una giornata di squalifica, perché “rivolgeva al calciatore nero-azzurro Denis l’espressione gravemente intimidatoria ‘Ti ammazzo a te ed alla tua famiglia’ “. Il difensore di Sarri salterà dunque il turno infrasettimanale che vedrà i toscani impegnati in casa contro il Napoli.

Leave a Reply