Cagliari, ufficiali le dimissioni di Zeman. Pusceddu e Festa i nomi caldi

Zeman

Dopo i disordini degli ultimi giorni, con l’ingresso dei tifosi nel centro sportivo di Assemini, in mattina è arrivata una vera e propria “bomba” in casa Cagliari. Dopo la sconfitta per 3-0 contro il Napoli si è dimesso Zdenek Zeman lasciando il club sardo, già ai margini della classifica e con un piede in Serie B, nel caos più totale.

Il primo a prendersi le colpe di tutto ciò è stato il presidente Giulini che ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport“E’ un peccato trovarsi in questa situazione e sono il primo ad essere deluso da tutto ciò. Da presidente prenderei sempre allenatori come Zeman e Zola ma forse non lo avrei dovuto fare nel mio primo anno. Era un rischio e lo sapevo, è andata male, ora i ragazzi devono dare il tutto per tutto per provare a salvarsi, poi a fine stagione si faranno le giuste considerazioni, in questo momento i tifosi devono stare vicino alla squadra”.

Subito dopo le dimissioni del boemo è cominciata la classica girandola di nomi: Pusceddu, Suazo Festa. L’ex attaccante honduregno del Cagliari avrebbe però già rinunciato al possibile incarico, anche perchè sprovvisto di patentino per allenare una squadra di Serie A. Secondo quanto riportato da Sportmediaset in pole ci sarebbe l’ultimo della lista, ossia Gianluca Festa che fu il vice di Melis proprio qui dopo l’addio di Max Allegri.

Il Cagliari deve fare presto a trovare il nuovo allenatore vista la delicatissima situazione ambientale e di classifica.

Leave a Reply