Più Inter che Milan, ma al Meazza finisce 0-0 un derby con poca qualità

inter-milan

Il “Big match” della giornata, ovvero il derby di Milano, si conclude con uno scialbo 0-0. Inter Milan non si fanno male e probabilmente dicono addio alla qualificazione in Europa League, non approffittando del passo falso della Sampdoria.

Davanti a 75.000 spettatori le squadre di Mancini Inzaghi offrono una partita di basso profilo testimoniando lo stato di difficoltà del calcio sotto la Madonnina, in piena crisi. Sicuramente l’Inter avrebbe meritato di più, visti anche i 2 gol annullati ai neroazzurri e al rigore non concesso per un fallo di mano di Antonelli.

Protagonisti della partita sono sicuramente gli estremi difensori delle 2 squadre: nel primo tempo Diego Lopez dice no ad Hernanes che dalla distanza prova il jolly trovando però la pronta risposta del portierone spagnolo. Dall’altra parte è Handanovic a sbarrare la strada a Suso strozzando l’urlo in gola del gol al giovane spagnolo che sognava un debutto in un derby da sogno.

Nel secondo tempo parte forte l’Inter che sfiora il vantaggio con Palacio Kovacic. A 10 minuti dalla fine ci prova Juan Jesus con una staffilata di sinistro ma c’è ancora la pronta risposta di Lopez che chiude in angolo. Finale convulso con occasioni ancora neroazzurre con D’Ambrosio Icardi che non riescono a cambiare il risultato.

Nel complesso derby brutto e con poca qualità; prevale la confusione e sotto porta si è visto anche se le decisioni arbitrali hanno pesantemente condizionato l’esito finale del match. Una cosa è certa il Milan poteva osare di più, anche se l’amaro in bocca è per gli uomini di Roberto Mancini che hanno condotto gran parte del match senza tuttavia trovare quel gol che avrebbe regalato alla squadra di Thohir 3 punti davvero importanti.

Leave a Reply