Calcio e violenza, un binomio italiano: la follia di Cagliari

scritte_contestazione_assemini

Quello che sta succedendo in Sardegna negli ultimi giorni, in tema calcistico, è scioccante e a tratti sconvolgente. Tifosi, o pseudo tali, che invadono il centro sportivo minacciando e schiaffeggiando giocatori sono scene che con il calcio e con chi ama questo sport non c’entrano nulla. Attimi di follia di gente che invece di aiutare e sostenere una squadra in crisi passa direttamente ai fatti senza parlare. Purtroppo solo in Italia queste cose possono succedere, dove questo sport (che deve rimanere tale) viene visto e sentito come un qualcosa di più di quel che è e succedono atti vandalici come questi.

Nonostante la folle invasione di Assemini mister Zeman ha detto e ribadito in maniera vigorosa che i suoi hanno ancora chance per salvarsi, anche se oggi dopo la pesante sconfitta contro il Napoli, la zona salvezza si allontana sempre di più ed i sardi sono condannati alla Serie B.

Sul fatto indagherà la Digos ma come succede in Italia ogni volta che ci troviamo davanti a fatti come questo, non verranno trovati colpevoli da punire e questo sport continuerà a perdere credibilità giorno dopo giorno. Inoltre mi domando una cosa: secondo quale assurdo criterio un gruppo di persone può pensare di far cambiare l’andamento di una squadra, obiettivamente in crisi, con minaccie e violenza? Per rimanere in Serie A serve un gruppo compatto ed un gruppo del genere non si può fondare in un clima del genere, con tutta la pressione da fuori, con una tifoseria che al posto di incitarti ed incoraggiarti ti rema contro. I tifosi del Cagliari hanno tutto il diritto di contestare la squadra visti i risultati scadenti ma il tutto sempre e solo in maniera civile.

Durante il match di oggi pomeriggio si sono susseguiti cori e fischi contro la squadra nella debacle casalinga contro gli uomini di Benitez e l’incubo retrocessione è più vicino che mai. Dispiace per una piazza che ha vissuto di calcio per tanti anni e dispiace per quei supporters veri che hanno sempre sostenuto la squadra. E ora quanto la retrocessione sarà certa cosa succederà ai giocatori del Cagliari? Brutto pensare a queste cose ma di questo passo assisteremo ad altre brutte scene come questa e temo che non passerà molto tempo da oggi per vederle…

Leave a Reply