ESCLUSIVA RG24 – Luca Marelli: “La VAR non eliminerà le polemiche, anzi…” (AUDIO)

var-technology_1ls2aevkcdymv12wjpeahiq25s

Queste le parole dell’arbitro Luca Marelli, rilasciate questa mattina a GoalCafè su RadioGoal24, riguardo l’introduzione della V.A.R

Luca ci spieghi la V.A.R.? Per chi non sa cosa sia.

“La V.A.R. è lo strumento. Il V.A.R. è l’omino davanti allo strumento. La V.A.R. consiste in una serie di schermi che sono posizionati in una parte dello stadio sopraelevata rispetto al campo. Uno in diretta e uno con la differita di 5-6 secondi rispetto allo schermo principale. Questo perchè gli assistenti davanti allo schermo dovranno accorgersi in tempo reale di quello che può essere sfuggito all’arbitro. Ci sono soltanto pochi casi per adesso che sono stati inseriti nella sperimentazione. Tanto per capire si tratta di reti segnate in fuorigioco, si tratta di calci di rigore, scambi di persona per sanzioni disciplinari e giocatori che devono essere espulsi e non sono stati sanzionati con il cartellino rosso. Questo vuol dire che l’arbitro rimarrà la figura centrale perchè tutti i falli, punizioni,ammonizioni,rimesse laterali, calci d’angolo, rimesse dal fondo non saranno sottopunibili alla rivisitazione della V.A.R. Perciò la moviola in campo è fittizia ,per adesso, perchè sostanzialmente eliminerai gli errori evidenti e gravi. Esempio Atalanta-Inter. Medel che rifila una gomitata a Petagna e rimane in campo. Queste cose non succederanno più. Reti in fuorigioco, rigori assegnati con falli fuori area. Questi saranno casi che non esisteranno più, ma non pensiate che verranno eliminati gli errori e le polemiche saranno ancora di più.”

Quindi non finiranno le polemiche?

“No. Ci saranno più polemiche, perchè ci saranno tifosi che non capiranno come viene utilizzata la V.A.R. perchè urleranno lo scandalo per la prima ammonizione sbagliata, non sapendo che la V.A.R. non potrà essere usata per le ammonizioni. Ci sara’ qualcuno che urlerà, facendo l’esempio di Juventus-Milan, urlerà non soltanto allo scandalo per il rigore assegnato, ma la malafede. Ci sara’ qualcuno che dirà “non c’è rigore, perciò se l’ha rivisto e l’ha dato ugualmente, c’e’ malafede”. Bisognerà abituarsi allo strumento, capire che eliminerà errori grossolani, ma non eliminerà il giudizio dell’arbitro, come falli di mano che chiaramente sono giudizi personali. Mettiamo che al 95′ viene assegnato un calcio d’angolo e sul calcio d’angolo segnano un gol. Vedendo le immagini si noti che l’angolo e’ stato assegnato erroneamente. Non si potrà rivedere alla V.A.R. perchè il calcio d’angolo non potrà essere visualizzato. Ci sara’ qualcuno che griderà allo scandalo perchè l’arbitro non ha rivisto le immagini. Perchè non sanno che le immagini non potranno essere riviste in quei casi.”

Sei d’accordo con l’utilizzo della V.A.R.?

“Sono assolutamente d’accordo. Avrei pagato per avere un aiuto tecnologico quando arbitravo. Il problema e’ che si sta facendo una grandissima confusione, perchè si sta pensando a una moviola in campo che risolva tutti i casi. Bisogna far capire che la V.A.R. potrebbe essere inutilizzata in una partita, o utilizzata tre quattro volte. Ma non si pensi che venga utilizzata 15 volte in una partita. Magari succederà una volta ma su 400 partite. Non e’ che in ogni partita verrà usata 10 volte, la V.A.R. in una giornata è possibile che venga utilizzata 2 o 3 volte in totale. Questo è il concetto che deve passare. Ci saranno errori in meno ma ci saranno comunque.”

Ascolta “#Goalcafè – Marelli: “La VAR non eliminerà le polemiche, anzi…”” su Spreaker.

Leave a Reply