Napoli, alla scoperta di Klaassen: il nuovo Bergkamp che ha stregato Sarri

klaassen

Il Napoli in questi ultimi anni ha dimostrato di voler sempre più puntare sui migliori giovani in ambito europeo, andando a scovare diamanti grezzi per formare una rosa giovane e competitiva che possa fare scintille in futuro grazie alle capacità educative di Benitez e Sarri. Il nome di Davy Klaassen gira ormai da molto tempo intorno alla realtà partenopea, proprio perché rappresenta l’identikit perfetto di calciatore talentuoso (ma già con una discreta esperienza) di cui il Napoli vuole servirsi. Klaassen è un classe 1993 ed è nato ad Hilversum, nei Paesi Bassi,  dove ha iniziato a giocare in una squadra della città prima di entrare a far parte delle giovanili dell’Ajax nel 2004.  Il giovane si fa notare sin da subito e Frank De Boer, accortosi della sua bravura, lo inserisce nella selezione A-1 dell’Ajax in sostituzione di Christian Eriksen spostato in prima squadra. Con le giovanili è una vera macchina da gol, nonostante il suo ruolo non sia quello di attaccante puro ma di trequartista di manovra. In seguito, con la promozione di De Boer come allenatore della prima squadra, arriva anche la consacrazione di Klaassen nella rosa maggiore dell’Ajax. Il 22 Novembre debutta in Champions League contro il Lione, mentre il 27 Novembre 2011 debutta in Eredivisie, siglando la sua prima rete solamente dopo un minuto dall’ingresso in campo. Nella squadra olandese ha già vinto due campionati e di anno in anno riesce a scalare posizioni nelle gerarchie dell’allenatore che ripone molta fiducia nel giovane olandese. Già nel 2014 il giocatore si guadagna il posto da titolare fisso, con 10 gol e 3 assist nel suo primi campionato da protagonista. I suoi numeri, con il passare del tempo, crescono sempre di più:  6 gol e 9 assist nella stagione 2014/2015, 13 gol e 8 assist nello scorso campionato, mentre nell’anno corrente ha già siglato 11 reti r 6 assist in sole 23 presenze in campionato. Ovviamente il centrocampista è ormai abituato a giocare importanti match europeo, visto che sono già 8 le reti messe a segno in Champions League. Le sue prestazioni gli hanno fatto guadagnare un posto anche nella nazionale olandese, con la quale ha segnato 3 gol in 11 presenze.

 Davy-Klaassen-620x400

 Come già detto, Davy Klaassen può ricoprire sia il ruolo di centrocampista che quello di trequartista. La sua posizione originaria è dietro le punte, ma anche quando viene schierato a centrocampo l’olandese riesce a dare il massimo contributo senza sfigurare. La sua tecnica ed eleganza gli permettono di giocare bene ovunque, dando qualità ad ogni giocata della squadra. Possiede ottimi piedi e una visione di gioco non indifferente che rimedia al suo poco dinamismo e velocità. Klaassen la tecnica e la bravura le ha dimostrate anche a San Siro nel ritorno dei gironi di Champions contro il Milan, partita pareggiata poi per 0-0. Il giocatore è il classico olandese che sembra danzare sul pallone e che si rivela letale sopratutto nello stretto, mandando spesso davanti la porta l’attaccante che si era inserito.

klaassen

Nella squadra di Sarri l’olandese ricoprirebbe il ruolo di Zielinski (che potrebbe andarsene per una grossa cifra al Bayern Monaco), ovvero mezz’ala che ha il compito di legare centrocampo e attacco. In patria Klaassen viene paragonato a Bergkamp per il suo modo di giocare: di sicuro il giocatore piace e non poco a Maurizio Sarri e a Giuntoli, nonostante il prezzo sia molto alto (si parla di una cifra intorno ai 25 milioni).

 

Leave a Reply