#ChiaveTattica – I 3 momenti decisivi dell’8° giornata

chiavetattica

 

Torna il consueto appuntamento settimanale con #ChiaveTattica. La rubrica di RadioGoal24 continua nella sua analisi, giornata dopo giornata, per capire i momenti decisivi di ogni turno in Serie A.

Per l’8° giornata la nostra redazione ha scelto:

1. Le scelte tattiche di Spalletti

spalletti

Spalletti durante Napoli-Roma!

Tutti davano per spacciata la Roma, che apriva l’8° turno al San Paolo contro il Napoli di Sarri. Tutti ma non Luciano Spalletti che ha sempre creduto nella forza della sua squadra e, in questo big match, ha mostrato tutte le sue qualità dando una vera e propria lezione di tattica al collega. Decisiva infatti la gestione palla dei giallorossi che per non concedere il pallino del gioco agli avversari hanno effettuato un possesso palla accurato in fase difensiva, impostando da dietro l’azione e facendo male al Napoli nel suo punto debole: le verticalizzazioni dietro la linea difensiva. Ottima la prestazione di Salah a cui il tecnico aveva chiesto di rimanere alto per sfruttare le ripartenze, rigenerato nelle ultime settimane che è stato la costante spina nel fianco di Ghoulam e non a caso il primo goal arriva da un suo recupero e il 3° è a firma proprio dell’egiziano in contropiede. Ottima la scelta di puntare ancora su Dzeko, autore di una straordinaria doppietta.

2. Il rigore parato da Viviano a Caprari

rig-caprari

L’errore dal dischetto di Caprari!

Una Sampdoria in piena crisi di risultati si ritrova a pareggiare 1-1 all’Adriatico con un Pescara che ha giocato per più di 45′ in inferiorità numerica per l’espulsione di Coda e, nonostante questo, i blucerchiati hanno anche rischiato di perdere. Infatti, la squadra di Giampaolo deve ringraziare il portiere Emiliano Viviano che ha regalato ai liguri 1 punto molto importante, intercettando al 50′ il rigore calciato da Gianluca Caprari che avrebbe potuto dare il punto del 2-1 agli uomini di Massimo Oddo. Non è la prima volta in stagione che Viviano è il migliore tra i doriani, ma da questa squadra ci si aspetta una decisa inversione di tendenza visto che ormai la vittoria manca da 6 turni (4 pareggi e 2 sconfitte).

3. I cambi azzeccati da Di Francesco

gol-iemmello

L’esultanza di Iemmello dopo il goal del 2-1!

Col suo Sassuolo sotto in casa 0-1 contro il Crotone, il tecnico neroverde Eusebio Di Francesco trova 2 intuizioni vincenti dalla panchina che gli permettono di vincere un match assai complicato. Infatti Stefano Sensi Pietro Iemmello, entrati rispettivamente al posto di Biondini (al 67′) e Defrel (74′), trovano entrambi la via della rete, il primo con un bel destro all’angolino basso dopo un cross respinto di Politano che si infila alla sinistra di Cordaz, mentre il secondo sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Pellegrini, anticipando il portiere pitagorico sul primo palo e depositando col destro il pallone in rete. Queste le parole di Di Francesco su Iemmello a fine gara: “Viene dalla C, l’ho fatto giocare in un ruolo non suo, è due settimane che provo a farlo giocare da esterno e ho avuto la fortuna e la bravura di indovinare questa soluzione”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply