Chievo Verona-Milan 1-3, Kucka e Niang stendono i clivensi: il racconto

whatsapp-image-2016-10-16-at-22-42-45

whatsapp-image-2016-10-16-at-20-44-06 Al Marcantonio Bentegodi si sfidano Chievo Verona Milan, nel primo dei due posticipi dell’8° giornata di Serie A (domani sera chiuderà il turno Palermo-Torino, ndr). Entrambe le compagini si trovano a quota 13 punti in classifica e possono fare un ulteriore balzo in avanti visto che, un punto più in alto, ci sono Napoli Lazio, mentre in caso di vittoria di una delle due squadre ci sarebbe l’aggancio alla Roma al 2° posto. Recupero importante in extremis per Maran che potrà contare su Cacciatore dal 1′. Locatelli sarà il vice Montolivo mentre chance da titolare per Lapadula al posto di Bacca.

Il match parte fortissimo, con entrambe le squadre che alzano fin da subito il pressing; Niang tra i più vivaci in avvio. La prima occasione è per il Chievo all’8′ con un tiro di Birsa da fuori area deviato in calcio d’angolo. Al 13′ grandissima chance per il Milan: Suso prende palla sulla destra, rientra e pennella un cross perfetto in area di rigore su cui, però, Cacciatore è bravissimo ad anticipare Niang. Al 14′ giallo per Dainelli per fallo sui 30 metri ai danni di Lapadula, (trattenuta alla maglia). Al 17′ contatto dubbio in area di rigore rossonera tra Romagnoli e Inglese; nonostante le lamentele del pubblico, il signor Rocchi lascia proseguire l’azione. Al 19′ ci prova ancora Birsa che si accentra dalla destra e lascia partire un sinistro di collo velenoso che si spegne alla destra di Donnarumma. Al 21′ colpo di testa in avvitamento di Floro Flores, su cross dalla sinistra di Gobbi, ma la conclusione dell’attaccante clivense finisce tra le mani del n°99 rossonero.

whatsapp-image-2016-10-16-at-20-50-48 Al 24′ bello scambio Radovanovic-Birsa, con quest’ultimo che mette in mezzo una palla interessante, trovando però la puntuale chiusura di Paletta che, in scivolata, mette in calcio d’angolo. Al 35′ ci prova Suso con un bel sinistro a giro da fuori area, ma il tentativo dello spagnolo si spegne di poco a lato alla destra di Sorrentino. Sul rinvio del portiere clivense, Rocchi coglie il fallo di Locatelli su Radovanovic (gomito largo) e lo ammonisce. Al 37′ nuovo squillo di Birsa, ben servito da Izco, ma il destro seppur potente dello sloveno finisce tra le braccia dell’estremo difensore milanista. Al 45′ il Milan passa in vantaggio: Kukca prende palla ai 25 metri, avanza portandosi il pallone sul sinistro, scagliando un potentissimo sinistro che si insacca all’incrocio dei pali, alla destra di Sorrentino, incolpevole nella circostanza. Lo slovacco ci riprova un minuto dopo, stavolta col destro, ma il suo tiro da fuori sfiora il palo uscendo sul fondo. Dopo 2′ di recupero, l’arbitro Rocchi manda le squadre negli spogliatoi.

whatsapp-image-2016-10-16-at-22-31-14-1 Al 1′ della ripresa il Milan trova il goal del 2-0 grazie ad un’azione personale di Niang che scaglia un poderoso sinistro che lascia di sasso Sorrentino. Al 48′ il Chievo avrebbe l’occasione per accorciare subito le distanze ma Inglese, dopo un ottimo contropiede, sbaglia la misura del passaggio e Donnarumma ha gioco facile nell’anticipare Castro in uscita bassa. Al 54′ clamorosa doppia occasione per i rossoneri per chiudere il match, prima con il colpo di testa di Lapadula da due passi ben respinto da Sorrentino e poi con Niang che di testa manda fuori dopo una carambola avviata da un pallone messo in mezzo da Suso dalla destra. Al 59′ Kucka parte in percussione centrale e, dopo una finta, scarica per Suso che si accentra e fa partire un bel tiro a giro che viene deviato fuori da un difensore clivense, che sfiora un’incredibile autorete. Al 60′ primo cambio per Maran che inserisce Meggiorini al posto di un evanescente Inglese.

whatsapp-image-2016-10-16-at-22-31-28 Al 63′ bello scambio Suso-Lapadula, con l’ex Pescara che si ritrova a tu per tu con Sorrentino ma il suo tiro è centrale e il portiere del Chievo riesce a mettere il pallone in corner. Al 65′ Niang ci prova su calcio di punizione, trovando però una strepitosa respinta del portiere di casa. Maran corre ai ripari togliendo Izco e inserendo De Guzman, cambiando modulo tattico e inserendo maggior qualità per la manovra offensiva. Al 70′ Montella inserisce Sosa al posto di un deludente Lapadula, che non ha sfruttato al meglio la chance concessagli. Al 75′ cartellino giallo anche per Paletta che concede una punizione in ottima posizione, appena fuori dal limite dell’area di rigore, che Birsa trasforma in goal, un minuto dopo, infilando la palla al sette della porta di Donnarumma. Al 77′ fuori Floro Flores e dentro Pellissier, per provare una clamorosa rimonta. Al 78′ giallo anche per Meggiorini per “eccesso di foga”. All’81’ fuori Suso e dentro Poli, con Montella che infoltisce il centrocampo vista la pressione del Chievo. All’88’ ultimo cambio per il Milan: fuori Niang e dentro Bacca. Al 91′ giallo anche per Cacciatore per aver sgambettato uno straripante Bonaventura. A una manciata di secondi dalla fine un innocuo tentativo di Bacca con l’esterno trova un’incredibile deviazione di Dainelli che spiazza Sorrentino e si infila in fondo alla rete per il 3-1 finale.

Le formazioni:

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Izco (dal 65′ De Guzman), Radovanovic, Castro; Birsa; Floro Flores (dal 77′ Pellissier), Inglese (dal 60′ Meggiorini). Allenatore: Rolando Maran

Milan (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Romagnoli, Paletta, Abate; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Suso (dal 81′ Poli), Lapadula (dal 70′ Sosa), Niang (dal 88′ Bacca). Allenatore: Vincenzo Montella

Arbitro: Sig. Rocchi della sezione di Firenze

 

Leave a Reply