#ApprofondimentoRG24 – Milan: Calabria è il sostituto di Abate!

calabria-1

Il Milan da un anno a questa parte sta vivendo un periodo di transizione. Sia dal punto di vista dirigenziale, con i cinesi che dovrebbero arrivare presto al closing, sia a livello di organico. Infatti uno degli ultimi lasciti dell’ormai ex presidente Silvio Berlusconi è un gruppo di giovani interessanti che sembrano pronti a diventare colonne portanti della formazione rossonera.
Tuttavia nonostante queste nuove leve scalpitino per avere lo spazio che meritano, si scontrano inevitabilmente con l’ingombrante presenza dei senatori.

calabria

Davide Calabria, il futuro del Milan!

Uno dei ruoli oggetto di questa contesa tra vecchie guardie e giovani promesse è quello di terzino destro, nel quale il ventenne Davide Calabria nel corso di questa stagione ha più volte rubato la maglia da titolare ad Ignazio Abate, dieci anni più grande.

Calabria quest’anno ha collezionato 4 presenze riuscendo sempre a raggiungere la sufficienza, ma sicuramente ha ancora tanto da imparare dal calcio italiano. Proprio per questo la scorsa estate i rossoneri sono stati molto vicini a darlo in prestito al Cagliari, ma Vincenzo Montella alla fine ha scelto di dargli questa opportunità, che finora il classe ’96 non sta buttando.
Abate è una bandiera di questo Milan. E’ stato acquistato dal Torino nel 2009, in tempo per vedere l’ultimo Scudetto firmato Massimiliano Allegri, ed ha collezionato più di 180 presenze. Sicuramente è molto inserito all’interno dello schema milanista ma ha anche evidenti carenze tecniche che lo rendono un giocatore assolutamente sostituibile.

ignazio-abate-milan_xt9oh5c0n3xq15acyp0hd384z

Ignazio Abate, una delle bandiere di questo Milan!

Finora si sono alternati in maniera regolare ma sicuramente durante il campionato Montella dovrà prendere una decisione, anche per fare prendere una forma precisa alla difesa. La politica di puntare sui giovani sicuramente favorisce Calabria, anche perchè ha qualità ed è in grado di giocare in modo costante. Lo stesso discorso può essere applicato per Manuel Locatelli a centrocampo, che dopo l’infortunio di Riccardo Montolivo avrà l’opportunità di giocare molti più minuti.

Se il Milan vuole voltare pagina seriamente e dare vita ad un nuovo ciclo vincente deve ripartire dai giovani, e questa nuova generazione rossonera promette tanto. Quello che non bisogna assolutamente fare è precludegli spazi in nome di una rosa titolare che di certo non spicca per qualità e che in questi ultimi anni ha raccolto pochissimi risultati.

Leave a Reply